Nuoto, Assoluti Riccione 2021 vasca corta: “the last dance” vincente per Federica Pellegrini

Federica Pellegrini Federica Pellegrini- Foto Mezzelani/GMT

La sessione pomeridiana della prima giornata dei Campionati Italiani Assoluti di Riccione 2021 di nuoto in vasca corta si apre con i 200 delfino maschili. In assenza di Federico Burdisso, bronzo olimpico e di Alberto Razzetti, oro europeo in corta, Giacomo Carini è il nuovo campione italiano in 1’55″07. Dietro di lui, per un solo centesimo (1’55″08) Filippo Berlincioni, terzo un ottimo Matteo Ciampi in 1’55″28. Subito dopo è il turno dei 200 dorso femminili. Margherita Panziera si riconferma campionessa italiana in 2’03″49 dimostrando ancora una volta che a livello nazionale non ce n’è per nessuna. Seconda un’ottima Martina Cenci in 2’05″13 e a chiudere il podio Erika Gaetani con 2’08″37. Poche sorprese finora nella sessione pomeridiana.

In seguito tocca ai 200 rana maschili. La gara è stata vinta da Alessandro Fusco in 2’05″28 che batte il favorito di giornata Luca Pizzini (2’05″57). Terzo Andrea Castello in 2’06″32. Prosegue il pomeriggio con i 50 stile donne vinti dalla favorita Silvia Di Pietro in 24″12. Seconda Aglaia Pezzato in 24″53 e a chiudere il podio Costanza Cocconcelli in 24″54. Chiude la propria carriera in vasca Erika Ferraioli, per anni punta della velocità italiana femminile nello stile libero. Si continua senza sosta con i 100 dorso maschili. Titolo italiano con un ottimo 50″38 per Lorenzo Mora che precede Simone Stefanì (50″93) e Simone Sabbioni (51″58).

In vasca per l’ultima delle due serie degli 800 stile libero femminili, Simona Quadarella vince il titolo italiano in scioltezza con 8’12″76. Seconda Martina Rita Caramignoli in 8’14″71 e a chiudere il podio, regale, Giulia Gabrielleschi in 8’25″40. Dopo una girandola di premiazioni si torna in acqua per i 100 misti maschili, gara che si può disputare solo in vasca corta. A vincere il titolo italiano un ottimo Giovanni Izzo in 51″73 davanti ad Alberto Razzetti e Lorenzo Glessi rispettivamente in 53″12 e 53″32. Subito dopo i 200 misti femminili. La vittoria è andata ad un’ottima Ilaria Cusinato in 2’07″46, seconda Anna Pirovano in 2’09″63, terza Anita Gastaldi con 2’11″02.

La giornata va avanti con la gara regina: i 100 stile maschili. Gara dominata e vinta da Thomas Ceccon in 46″60, seconda piazza per un redivivo Ivano Vendrame con 47″27 e terzo il classe 2003 Luca Serio in 47″48. Infine, l’ultima gara della serata e della carriera individuale di Federica Pellegrini, i 200 stile libero femminili, gara nella quale è la più forte nella storia del nuoto. La gara, dall’emozione palpabile vede La Divina vincere il suo ultimo titolo nazionale individuale nei 200 stile in 1’54″95. Seconda Roberta Ceracchi in 1’56″49 e terza Margherita Panziera con 1’57″09.

Al termine delle gare in vasca è stato tributato un omaggio alla carriera della più grande nuotatrice italiana di tutti i tempi, Federica Pellegrini, che nuota un ultimo 50 stile libero insieme alla maggior parte delle sue amiche e rivali internazionali.

Per quanto riguarda le gare, appuntamento a domani mattina alle 09:30 per la sessione mattutina della seconda ed ultima giornata.

About the Author /

Classe '96. Nasco in collina, poi lettere sul mare a Bari ma con le Dolomiti sempre nel cuore. Sciatore dall'alba del nuovo millennio, ho coniugato la passione dello sport alla scrittura. Su tutto sport invernali, poi ciclismo, nuoto, tennis, scherma e atletica, in ordine. Nel tempo libero cinema, libri, viaggi e sogni, e un romanzo d'amore.