MotoGP, GP Giappone 2019: la Yamaha lavora per il 2020, Dovi vuole blindare il secondo posto

Marc Marquez - Foto Box Repsol

La MotoGP continua il suo tour asiatico e vola in Giappone, dove da venerdì 18 a domenica 20 ottobre avrà luogo il primo dei tre GP in tre settimane, il sedicesimo del Motomondiale 2019. Marc Marquez ha già fatto suo il titolo in Thailandia, e potrà correre le ultime quattro gare senza alcuna pressione, andando a caccia di altri successi ma soprattutto lavorando per il 2020. Anche gli altri piloti cominciano a pensare alla prossima stagione, con le Yamaha che dovranno partire subito forte e Andrea Dovizioso che andrà nuovamente a caccia del titolo.

DOVI VUOLE LA SECONDA PIAZZA – Il forlivese ha chiuso al secondo posto la classifica piloti negli ultimi due campionati, e punta a replicare il risultato per il terzo anno di fila. Al momento i numeri lo vedono ampiamente in vantaggio (215 punti contro i 167 di Rins, i 163 di Vinales e i 162 di Petrucci). Dovizioso, però, andrà anche a caccia di un risultato importante a Motegi dopo quello deludente raccolto in Thailandia.

LA YAMAHA GUARDA AL 2020 – Le moto della casa di Iwata hanno raccolto risultati altalenanti durante la stagione che sta volgendo al termine. La nota positiva è ovviamente Fabio Quartararo, che nel 2020 conta di ritagliarsi un ruolo da protagonista, forte dell’esperienza accumulata nel suo primo anno nella classe regina. Nel team ufficiale, intanto, Valentino Rossi e Maverick Vinales continueranno a lavorare per iniziare al meglio il prossimo anno, dopo un avvio molto difficile nel 2019.