Masters 1000 Miami 2021: Sinner supera anche l’esame Bublik e vola in semifinale

Jannik Sinner - Foto Ray Giubilo

Jannik Sinner è il primo semifinalista del Masters 1000 di Miami 2021. Il tennista azzurro ha sconfitto con il punteggio di 7-6(5) 6-4 Aleksandr Bublik in un match pieno di spettacolo e di ribaltamenti di fronte. L’altoatesino ha avuto bisogno di un’ora e quaranta minuti di gioco per staccare il pass per la semifinale, dove attenderà il vincente del match Medvedev-Bautista Agut. Sinner, inoltre, continua ad infrangere record, battendo per precocità molti suoi connazionali del passato. Jannik diventa anche il secondo tennista azzurro a raggiungere la semifinale a Miami dopo Fognini nel 2017.

SINNER SUPERA FEDERER, IL DURO LAVORO ESALTA IL TALENTO

BUBLIK A SINNER: “NON SEI UMANO”

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH

SINNER, NUOVA CLASSIFICA E MONTEPREMI

CRONACA – Primo set molto equilibrato ma che non inizia nel migliore dei modi per Sinner. L’azzurro concentra infatti molti errori nel terzo gioco, subendo il break. Nel game seguente si presenta subito l’opportunità di controbreak, ma Bublik riesce a cavarsela annullando tre palle break e conquistando un game lottato. Il kazako continua a fare la partita, non dando ritmo al suo avversario ed applicando il suo tipo di gioco senza punti di riferimento. Sinner prova a fare il suo, ma fatica inevitabilmente contro un avversario tanto imprevedibile. Il canovaccio tattico non cambia fino al decimo gioco, quando Bublik si appresta a servire per chiudere. Jannik alza il livello in risposta e, grazie ad un paio di vincenti, ottiene il tanto agognato controbreak. Il set finisce dunque al tie-break, dove il kazako si trova in vantaggio fin dall’inizio, ma nel momento cruciale si scioglie come neve al sole. Grazie a quattro punti consecutivi, Sinner fa suo il tie-break per 7 punti a 5 e ottiene il set.

Nel secondo parziale Sinner parte male, subendo un break in apertura e trovandosi costretto a rincorrere. L’azzurro continua a commettere qualche errore di troppo con il dritto ed il suo avversario ne approfitta per portarsi avanti 3-0. Il classe 2001 però reagisce e, con un parziale di 6 giochi a 1, ribalta la situazione come meglio non potrebbe, prima di staccare il pass per la semifinale. Emblematico il doppio fallo commesso da Bublik sulla palla break nel nono gioco. Sinner non trema nel gioco finale e porta a casa il match, sconfiggendo un avversario molto ostico.