Karate, Silvia Semeraro: “Sogno di qualificarmi per le Olimpiadi di Tokyo 2020” (VIDEO)

“Il mio sogno è quello di qualificarmi alle Olimpiadi di Tokyo dell’anno prossimo, adesso sono quinta al mondo e devo scalare la vetta: devo arrivare tra le prime due per esserci in Giappone”. Silvia Semeraro, 23 anni compiuti a maggio, ha le idee chiare. Vulcanica, esplosiva, genuina e fantasiosa sia nella vita che sul tatami: lei che, nel kumite categoria-68kg, ha portato a casa l’oro ai Giochi Europei di Minsk, è sicuramente una delle punte di diamante della Nazionale italiana. “Il karate non è mai stato alle Olimpiadi, quindi per noi è veramente un sogno: un sogno per tanti ragazzi e per noi già professionisti – ha proseguito la pugliese in un’intervista rilasciata ai microfoni di Sportface.it –  Spero davvero di esserci perché per me significherebbe, dopo aver vinto Europei e Mondiali, toccare l’apice. Andare alle Olimpiadi è un sogno di tutti, spero di riuscire a raggiungerlo”.

Diciassette medaglie vinte in carriera frutto di dedizione, passione e ambizione. Perché Silvia non si accontenta e pensa già a quelle Olimpiadi che rappresenterebbero il punto più alto di una carriera già straordinaria: “Tra un anno a Tokyo dove mi vedo? Io dico sempre che bisogna divertirsi – ha proseguito l’azzurra –  Salirò sul tappeto cercando di divertirmi, poi il karate è uno sport situazionale: io faccio kumite -68kg, ci vuole tanta fantasia, la capacità di osare e ovviamente crederci sempre. Spero di far vedere un bel karate”. Qualche settimana fa a Minsk, in Bielorussia, Silvia ha battuto tutta la concorrenza portando a casa una medaglia d’oro di grande significato: “Ho provato tantissime emozioni – ha raccontato la pugliese – E’ stata una gara ad alta visibilità visto che è stata trasmessa in televisione e tutti i miei parenti mi hanno visto. E’ stato molto emozionante perché era una gara di alto spessore con le migliori otto atlete europee e io sono riuscita a portare a casa questo bellissimo oro battendo la campionessa mondiale in carica, la campionessa europea e la prima del ranking olimpico”. 

Già, quel ranking olimpico che Silvia guarda continuamente perché entrare dalla porta principale ai Giochi giapponesi sarebbe fantastico. E allora ecco le prossime tappe di questo cammino a cinque cerchi. “A settembre avrò la Premier League proprio a Tokyo, sarà una gara molto importante e spero di onorare i colori della bandiera italiana. Spero di vincere perché bisogna aggiungere punti al ranking, ancora ci sono circa 8 mila punti da qui all’anno prossimo da poter fare: la speranza di riuscire a qualificarmi c’è”. In bocca al lupo, noi tifiamo per te.

About the Author /

Nato il 25 giugno 1982, pochi giorni dopo ho deciso di fare il giornalista sportivo guardando la finale di Wimbledon tra Connors e McEnroe e il terzo trionfo Mondiale dell'Italia. Professionista dal 2010, ho lavorato per la Gazzetta dello Sport, Il Tempo e l'agenzia di stampa Italpress. Amo tutti gli sport, soprattutto i più strani