Italia a caccia dell’impresa contro gli Usa: la semifinale di Davis passa dai due Lorenzo e dal doppio

Lorenzo Musetti Lorenzo Musetti - Foto Giampiero Sposito/FIT

L’ultimo appuntamento della stagione tennistica 2022 sono le Finals di Coppa Davis, che vedranno protagoniste le otto migliori nazioni del globo. Tra queste figura anche l’Italia, che ha brillantemente staccato il pass per Malaga ma ora dovrà superare l’ostacolo Usa. Gli azzurri hanno infatti pescato già ai quarti di finale gli ostici americani, detentori del record di vittorie (32) della competizione ma che non raggiungono la finale dal lontano 2007. Purtroppo per gli azzurri, però, la strada è in salita anche in virtù delle assenze. Prima Jannik Sinner e poi Matteo Berrettini hanno dovuto rinunciare all’impegno a causa di problemi fisici (rispettivamente un infortunio al dito ed un infortunio al piede). Il ct Volandri si è quindi ritrovato all’improvviso privato sia del numero uno e del numero due, dovendo correre ai ripari.

Il compito di tenere alti i colori azzurri spetterà perciò ai due Lorenzo, Musetti e Sonego. Il tennista di Carrara proverà a dar seguito all’ottimo finale di stagione (dove ha vinto il torneo di Napoli ed ha raggiunto i quarti a Bercy) pur consapevole che il suo impegno non sarà facile contro Taylor Fritz, reduce dalla semifinale alle Atp Finals. Il tennista torinese torna invece a vestire la maglia azzurra dopo due delusioni (contro il croato Gojo e contro lo slovacco Horansky) ma con tanta voglia di riscattarsi e fare bene. Anche lui scenderà in campo da sfavorito contro Tiafoe (che l’ha sconfitto di recente a Bercy), ma non avrà nulla da perdere né particolare pressione addosso.

SEGUI IL LIVE DI ITALIA-USA

RISULTATI E CLASSIFICHE

PROGRAMMA, CALENDARIO E COPERTURA TV

REGOLAMENTO

TABELLONE: SEMIFINALI ED ACCOPPIAMENTI

Qualora l’Italia dovesse riuscire a vincere uno dei due singolari, ecco che la musica cambierebbe. In doppio, infatti, capitan Volandri può contare su Simone Bolelli e Fabio Fognini, coppia di tutto rispetto che poche nazioni possono vantare. I due hanno conquistato uno slam, l’Australian Open nel 2015, ed hanno fatto coppia fissa per gran parte del 2022, arrivando ad un passo dalla qualificazione alle Atp Finals. Ciò lascia ben sperare, ma ovviamente non corrisponde alla certezza di una vittoria. Dall’altra parte della rete ci sarà infatti uno specialista come Jack Sock, che farà coppia con un compagno diverso da Ram (con cui ha condiviso il campo nelle ultime uscite della nazionale a stelle e strisce) ma resta comunque un doppista estremamente talentuoso.

La brigata di Mardy Fish partirà dunque favorita e proverà a staccare il pass per le semifinali contro Germania o Canada. L’Italia però non parte battuta in partenza e, come ha detto Volandri, nonostante le assenze la squadra resta competitiva. C’è ovviamente un pizzico di amarezza per l’impossibilità di giocarsela al completo, peraltro con una superficie come il cemento indoor che avrebbe favorito non poco Jannik Sinner. A prescindere da come andrà, tuttavia, si tratterà di un altro step di un percorso di crescita che sta vivendo la Nazionale, assolutamente in grado di togliersi più di una soddisfazione negli anni a venire. Appuntamento dalle 10 presso il Palacio de Deportes Josè Maria Martin Carpena di Malaga (Spagna).