Back

L’INTERVISTA – Marco Lorini (Agente Fifa): “Bravo Milan, Piatek è un affare”

Krzysztof Piątek

Con il calciomercato invernale agli sgoccioli, è tempo di bilanci per le squadre di Serie A. Protagonista della sessione di gennaio è il Milan capace di piazzare due colpi di spessore: Paquetà e Piatek. Sportface.it ne ha parlato con l’agente Fifa Marco Lorini che promuove i rossoneri: “Piatek? Vedendo l’ultimo mese e mezzo di Higuain posso dire che il Milan ci ha guadagnato in questa operazione. Leonardo prende un calciatore di grosse prospettive e che ha la fame e la cattiveria giusta“, ha spiegato l’intermediario prima di soffermarsi sull’argentino: Il modulo e il gioco di Sarri sono adatti per il Pipita e in queste condizioni sicuramente può ripetere le stagioni del Napoli. Senza dimenticare che a Londra trova una squadra con più qualità di quella di quel Napoli“.

E’ stato un mercato di ritocchi, il Bologna ha preso due calciatori che hanno esperienza in Serie A come Sansone e Soriano e che potranno dare una grossa mano per la lotta alla salvezza – ha aggiunto Lorini – Ma il colpo lo ha fatto la Fiorentina prendendo Muriel, un calciatore che se in forma può essere devastante. Mi aspettavo qualcosa di più dal Frosinone e credo che se si vuole salvare ha ancora necessità di prendere qualcuno di categoria“.

Al giro di boa della Serie A, la lotta Scudetto sembra ormai indirizzata verso l’ottavo titolo di fila per la Juventus mentre tutt’altro che deciso è il discorso per il quarto posto: Credo che il campionato possa perderlo solo la Juve perché la squadra è superiore a tutte le altre che sono un po’ indietro e sarà molto difficile sperare in una rimonta vedendo la media punti che ha la formazione bianconera. Per il quarto posto la lotta è abbastanza serrata e non vedo una favorita, sono tutte squadre ben attrezzate e quella che sbaglierà di meno sicuramente salirà in Champions“, ha concluso Lorini.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio

Questo sito web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetto facendo clic sul pulsante "Accetta".