Biathlon: Dorothea Wierer saluta il 2019 con il pettorale giallo, ma attenzione alle inseguitrici

Dorothea Wierer - Foto Pentaphoto Dorothea Wierer - Foto Pentaphoto

La Coppa del Mondo 2019/2020 di biathlon è arrivata alla pausa natalizia dopo una serie di tappe appassionanti, che al momento non hanno decretato una dominatrice assoluta della competizione. La campionessa in carica, l’azzurra Dorothea Wierer, ha cominciato alla grande a Ostersund, dove è andata subito ad agguantare il primo posto in classifica generale, ma senza mai accennare una fuga anche per merito delle tante avversarie di livello presenti, nonostante più di un ritiro illustre al termine dello scorso inverno.

LA CLASSIFICA DI COPPA DEL MONDO

La biatleta originaria di Rasun-Anterselva è reduce da una tappa complicata, ma che nelle giornate di sabato e domenica ci ha riconsegnato una Wierer letale al poligono e più che competitiva sugli sci. Ad Annecy-Le Grand Bornand, infatti, dopo una sprint terminata fuori dalla top 20, l’altoatesina ha sfoderato una prestazione superlativa recuperando una marea di posizioni nell’inseguimento e chiudendo quarta. La super rimonta non le ha però permesso di tenere la testa della classifica. Poco male, perché nella mass start di domenica Doro ha centrato il secondo posto dietro a Tiril Eckhoff, sorpassando nuovamente Ingrid Tandrevold e riportandosi davanti a tutte nella generale.

Proprio le due norvegesi sopracitate, tirando le somme dopo le prime tre tappe, sembrano essere le avversarie da cui guardarsi maggiormente in ottica sfera di cristallo. Se Tandrevold è una biatleta affermata ad alti livelli e fin da Ostersund è stata un osso duro per Wierer, Eckhoff è la sorpresa di questo avvio di stagione. La ventinovenne, da sempre sciatrice eccellente, ha sorpreso un po’ tutti alzando paurosamente le percentuali al poligono e dominando le tre gare in terra francese. Per lei è arrivato il secondo posto nella generale dietro a Wierer, e di questo passo potrebbe nascere un testa a testa per la vittoria finale.

Capitolo Vittozzi. La sappadina ha faticato e non poco nelle prime uscite stagionali, rendendosi poco competitiva soprattutto sugli sci. Rispetto alla scorsa stagione l’azzurra sembra mancare di condizione, ma in tutto ciò alla pausa natalizia ci arriva con un discreto sedicesimo posto nella classifica generale. La pausa natalizia può servire come l’ossigeno a Lisa per arrivare alla ripresa di gennaio con molte più energie per recuperare posizioni, anche se l’obiettivo principale è sicuramente mostrare la miglior Vittozzi ai Mondiali di Anterselva.