Hockey prato, le 18 convocate dell’Italia per lo spareggio olimpico in Germania

Italia hockey prato La nazionale italiana di hockey prato - Foto International Hockey Federation

Tutto pronto all’Hockey Park di Mönchengladbach dove nel weekend l’Italia femminile dell’hockey su prato affronterà la Germania nel doppio spareggio che vale la qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. L’allenatore delle azzurre Roberto Carta ha scelto le 18 giocatrici che domani raggiungeranno la città tedesca per poi scendere in campo sabato alle ore 16 nel primo match e domenica alle ore 14 nella sfida decisiva. Nella lista ci sono i due portieri Clara Cusimano e Giorgia Piras; i difensori Eugenia Bianchi, Ivanna Pessina, Sara Puglisi, Celina Traverso e il capitano Chiara Tiddi; i centrocampisti Marcela Casale, Sofia Maldonado, Dalila Mirabella, Jasbeer Singh, Mercedes Socino e Maryna Vynohradova; gli attaccanti Candela Carosso, Federica Carta, Elisabetta Pacella, Giuliana Ruggieri e Lara Oviedo, autrice del gol decisivo nella vittoria per 1-0 ottenuta il 30 giugno 2018 a Dortmund.

Le due sfide per l’Olimpiade contro la Germania – nazionale che occupa la quarta posizione nel ranking mondiale, è vicecampione d’Europa in carica e ha un palmares di alto livello (due Mondiali nel 1976 e nel 1981, due Europei nel 2007 e 2013 e un’Olimpiade nel 2004) – si giocheranno sabato 2 novembre alle ore 16 e domenica 3 novembre alle 14. La formula prevede che in caso di parità al termine dei due incontri (ovvero con due pareggi o una vittoria ciascuno con uguale differenza reti: a esempio 1-3 e 4-2) dopo la seconda gara si proceda immediatamente agli shoot-out (tiri liberi). Medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Rio 2016, la Germania è una presenza costante alle Olimpiadi, mentre l’Italia – 17esima nel ranking mondiale anche grazie allo storico nono posto ottenuti ai Mondiali 2018 dopo 42 anni di assenza – non ha mai partecipato al torneo a cinque cerchi. “Non illudiamo nessuno, ma non c’è il minimo dubbio che noi ce le metteremo tutta, anche se di fronte abbiamo la Germania, tra le squadre più forti al mondo – ha dichiarato Roberto Carta – Loro vengono dalla vittoria per 7-0 in amichevole sull’Irlanda e questo dimostra la forza che hanno, ma noi non abbiamo paura: sappiamo che è un gioco, ci siamo preparate bene e confrontarci con una grande squadra ci stimola, non ci fa paura. Scenderemo in campo dando tutto per finalizzare il grande lavoro fatto in quest’anno”.

About the Author /

Nato il 25 giugno 1982, pochi giorni dopo ho deciso di fare il giornalista sportivo guardando la finale di Wimbledon tra Connors e McEnroe e il terzo trionfo Mondiale dell'Italia. Professionista dal 2010, ho lavorato per la Gazzetta dello Sport, Il Tempo e l'agenzia di stampa Italpress. Amo tutti gli sport, soprattutto i più strani