Martina Trevisan, una gioia da romanzo

Martina Trevisan - Foto Berlincioni (Twitter)

Maggio 2014, suona il telefono. “Guarda che Martina Trevisan è a Caserta, gioca il torneo”. La toscana, che tanto mi aveva impressionato da junior, ha smesso di giocare a tennis da 5 anni. Un periodo buio. Era vero, Martina era tornata. La sua seconda vita tennistica iniziava proprio da lì, da quel piccolo evento campano. Oggi la Trevisan ha vinto, a Charleston, il suo primo match in un draw Wta. La sua è una storia da romanzo, che oggi racconta un capitolo bellissimo, emozionante, che caccia via ogni tipo di fantasma. Il tennis dà, il tennis toglie e quando meno te lo aspetti regala gioie.

About the Author /

Nato a Roma il 9 aprile del 1982, cresco nel mito di Pete Sampras e Marco Van Basten. Dopo 12 anni di radiocronache sono passato alle telecronache per Supertennis TV. Direttore di Sportface e di Spaziotennis.com, amo i Giochi Olimpici e ricordo ogni momento del lavoro svolto a Londra 2012. Seguo lo sport 25 ore su 24, ma è sempre meglio che lavorare.