Golf, Presidents Cup 2019: Tiger Woods da capitano si sceglie anche come giocatore

Tiger Woods - Foto Keih Allison - CC BY-SA 2.0

Tiger Woods, in qualità di capitano, ha annunciato le quattro wild card del Team USA per la Presidents Cup 2019 in programma dal 9 al 15 dicembre a Perth, in Australia. La competizione mette di fronte la squadra statunitense con l’International Team (resto del mondo, Europa esclusa). A fare notizia il fatto che Tiger Woods si sia “auto-convocato” come una delle quattro scelte a sua disposizione, evento molto raro dal momento che l’unico capitano-giocatore era stato Hale Irwin 25 anni fa, nell’edizione inaugurale della Presidents Cup.

“Come ultimo giocatore del team scelgo Tiger Woods, per la sua grande esperienza dopo nove edizioni giocate di cui due in Australia – ha detto di se stesso il 43 enne quindici volte campione major – Trovo molto divertente parlare di me in terza persona.” Così un divertito Woods, che poche settimane ha raggiunto il record di 82 titoli sul PGA Tour con la vittoria dello Zozo Championship in Giappone. Le altre tre scelte di Woods sono Tony Finau, Gary Woodland e Patrick Reed. I quattro completeranno il team di coloro che si sono qualificati di diritto, ovvero: Dustin Johnson, Xander Schauffele, Bryson DeChambeau, Justin Thomas, Matt Kuchar, Patrick Cantlay e Webb Simpson. Dovrebbe poi esserci il numero uno del mondo Brooks Koepka, alle prese però con il recupero da un problema al ginocchio.

Golf, Presidents Cup 2019: Brooks Koepka fuori per infortunio, Woods chiama Rickie Fowler