Golf, Open d’Italia 2022: i favoriti e gli italiani in campo, Rory McIlroy la stella più attesa

Francesco Molinari Francesco Molinari - Foto Antonio Fraioli

I favoriti e gli italiani in campo all’edizione 2022 dell’Open d’Italia di golf, il torneo del DP World Tour in programma dal 15 al 18 settembre sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia, alle porte di Roma. Un appuntamento che quest’anno acquisisce ancora più importanza, dal momento che i giocatori si misureranno sullo stesso campo che tra dodici mesi ospiterà la Ryder Cup 2023, ovvero la sfida biennale tra Europa e Stati Uniti. Proprio per questo motivo il field si presenta davvero su un livello medio molto alto, con tre dei migliori 11 giocatori del ranking mondiale a spiccare su tutti.

OPEN D’ITALIA 2022: CALENDARIO, ORARI, DIRETTA TV E STREAMING

OPEN D’ITALIA 2022: MONTEPREMI E PRIZE MONEY

RYDER CUP 2023: I CRITERI DI QUALIFICAZIONE

La stella più attesa è senza dubbio Rory McIlroy. Il nordirlandese, quattro volte campione Major e autentico volto del golf europeo, è reduce dal secondo posto del BMW Pga Championship di Wentworth e poche settimane fa è diventato il primo giocatore a vincere per la terza volta la FedEx Cup del PGA Tour, impresa mai riuscita nemmeno a Tiger Woods. Per lui si tratterà dell’esordio assoluto in Italia sul circuito maggiore, un’occasione imperdibile per giocare sul percorso che lo vedrà sicuro protagonista tra le punte del Team Europe. Altro big è Viktor Hovland, il norvegese numero 10 del ranking mondiale è ormai da qualche stagione una solida certezza per il Vecchio Continente. Sarà della partita anche il numero 11 del mondo, l’inglese Matt Fitzpatrick che ha conquistato il suo primo Major allo US Open.

Non mancano poi altri nomi di spicco come Tyrrell Hatton, già vincitore del torneo in passato, Min Woo Lee, i fratelli Rasmus e Nicolai Hojgaard (quest’ultimo campione uscente), lo spagnolo Rafa Cabrera Bello e in ottica Ryder Cup saranno in campo il capitano Luke Donald e i due vicecapitani Thomas Bjorn ed Edoardo Molinari. Proprio il maggiore dei due fratelli che hanno riscritto la storia del golf in Italia sarà una delle punte di una foltissima pattuglia azzurra.

Saranno infatti 19 in tutto gli italiani in campo, dai giovani amateur invitati ai giocatori che hanno carta piena sul DP World Tour, passando per coloro che solitamente si misurano su Challenge e Alps Tour. Francesco Molinari e Guido Migliozzi hanno iniziato positivamente il percorso di qualificazione verso la Ryder Cup, chiudendo rispettivamente nono e tredicesimo a Wentworth. Saranno loro i giocatori più attesi, senza però dimenticare il padrone di casa Renato Paratore, Francesco Laporta che lo scorso anno fu il miglior azzurro al Marco Simone con un grande quarto posto. E poi Andrea Pavan, Lorenzo Gagli e tanti altri, con un occhio particolare al giovane Filippo Celli che è balzato agli onori della cronaca dopo aver vinto la silver medal di miglior dilettante all’Open Championship di Saint Andrews lo scorso luglio.