Ginnastica ritmica, Europei Tel Aviv 2022: delusione Raffaeli nella finale All-Around, vince Atamanov

Sofia Raffaeli - Foto Simone Ferraro

Mattinata amara per l’Italia agli Europei 2022 di ginnastica ritmica. Sulla pedana di Tel Aviv, in Israele, Sofia Raffaeli delude le aspettative piazzandosi solo al quarto posto nella finale All-Around. L’azzurra, che ieri ha chiuso le qualificazioni al secondo posto a solo mezzo decimo dalla bulgara Boryana Kaleyn, è apparsa ben lontana dalla migliore condizione di forma con sbavature alle clavette (33.750), tanta difficoltà al nastro (30.450) e una serie di errori al cerchio (33.100), attrezzo con cui due giorni fa totalizzò un incredibile 36.150, prima di chiudere con un 33.950 che l’ha ‘condannata’ al quarto posto con il punteggio totale di 131.250.

Si migliora, invece, Milena Baldassarri, che dopo i due giorni complicati del turno preliminare, chiuso all’ottavo posto, ha reagito chiudendo in settima posizione con quattro belle prestazioni e un totale di 127.200 punti (31.600 al cerchio, 33.200 alla palla, 31.400 alle clavette, 31.000 al nastro).

La nuova campionessa europea è l’israeliana Daria Atamanov, che ha sorpresa ha trionfato con un pazzesco 136.900 (35.100, 34.450, 34.300, 33.050). La 16enne ha avuto la meglio sulle bulgare Boryana Kaleyn (135.500) e Stiliana Nikolova (131.650), rispettivamente argento e bronzo.