Ginnastica artistica, Europei Monaco 2022: storico argento dell’Italia nella finale a squadre maschile

Nicola Bartolini Nicola Bartolini ginnastica Europei Monaco 2022 - Foto: Simone Ferraro Federginnastica

Azzurri d’argento nella finale a squadre maschile di ginnastica artistica agli Europei di Monaco 2022. Medaglia storica di Nicola Bartolini, Matteo Levantesi, Lorenzo Casali, Yumin Abbadini e Andrea Cingolani, la prima assoluta del palmares europeo federale, arrivata grazie al punteggio complessivo di 247.494. Oro alla Gran Bretagna con un totale di 254.295 punti, mentre la Turchia si piazza sull’ultimo gradino del podio con 246.162. Sale così a 16 il totale delle medaglie della ginnastica artistica italiana nella spedizione tedesca, dopo le 14 della femminile e l’oro a squadre juniores di ieri.

Grande protagonista il campione del mondo in carica al corpo libero Nicola Bartolini, autore di un 14.433 (D. 5.900 – E. 8.533) in chiusura nella sua specialità che si è aggiunto al 13.900 (D. 5.400 – E. 8.500) di Yumin Abbadini e al 13.833 (D. 6.000 – E. 8.133) di Lorenzo Minh Casali, per un totale di 42.166.

“E’ una medaglia storica e quasi surreale. Ci abbiamo creduto fin dall’inizio – ha dichiarato Bartolini -. Tutti abbiamo dato il massimo, c’era tanta tensione mista ad adrenalina. Domani avrò ancora il corpo libero”. Grandi soddisfazioni anche per Matteo Levantesi: “Oggi abbiamo controllato la tensione nel migliore dei modi, non ci siamo fatti prendere la mano. Penso che questo argento ce lo siamo meritati”.

“La squadra è sempre stata unita e tutti abbiamo dato il nostro massimo. La nostra forza è stata questa” ha aggiunto Andrea Cingolani, seguito dal compagno di squadra Lorenzo Minh Casali: “Non è stato facile. Abbiamo chiuso davanti a squadre come la Turchia, senza dimenticare Svizzera e Spagna. Abbiamo avuto il sangue freddo giusto anche nell’ultimo attrezzo, per una medaglia inaspettata ma bellissima”. Infine, Yumin Abbadini: “Siamo una squadra giovane, ma tutti molto uniti tra di loro. Il lavoro di squadra paga sempre, come si è visto”.