Pagelle F1, GP Usa 2021: Verstappen-Hamilton, duello da applausi. Ferrari batte McLaren

Max Verstappen, GP Emilia-Romagna - Foto Denise Marcorella

Le pagelle del GP degli Stati Uniti di F1. Il 17esimo round del Mondiale ha visto un bel trionfo di Max Verstappen, che nonostante una  partenza complicata riesce a recuperare terreno su Lewis Hamilton e tenerlo alle sue spalle. Sul podio anche Sergio Perez, terzo davanti a Charles Leclerc. Il monegasco della Ferrari termina davanti a Daniel Ricciardo, emulando Sainz che precede Norris. Ecco quindi i nostri voti ai protagonisti.

ORDINE DI ARRIVO GP USA 2021

CLASSICHE PILOTI E COSTRUTTORI AGGIORNATE

PAGELLE GP USA 2021

Max Verstappen 9: Una pessima partenza rischiava di rovinare tutto, ma il pilota della Red Bull è stato bravo a riprendersi la prima posizione e soprattutto a difendersi. Molto freddo nei giri finali, l’olandese è riuscito a tenere alle sue spalle Hamilton ottenendo una vittoria molto importante in ottica Mondiale. Specialmente in una stagione del genere dove pochi punti possono fare la differenza, un successo così potrebbe voler dire molto.

Lewis Hamilton 8,5: Gara quasi perfetta da parte del britannico, che di fatto non ha nulla da rimproverarsi. Il secondo posto tuttavia lascia l’amaro in bocca, in particolare perché la seconda sosta sembrava aver rigenerato il pilota della Mercedes. Proprio nel finale, però, è mancato quel guizzo necessario per spodestare Verstappen. Il discorso Mondiale ora si complica, a maggior ragione considerando che tra i GP rimasti, quella di Austin era una delle poche piste che sorridevano alla Mercedes.

Sergio Perez 8: Secondo podio consecutivo per il messicano, che ci ha preso gusto ed arriva nel migliore dei modi all’imminente gara a casa sua in Messico. Gara perfetta da parte di Checo, che lascia passare Verstappen quando serve, e sfodera persino il giro veloce in un momento. Mai in discussione il terzo posto, ovviamente sia nel bene che, molto in piccolo, nel male.

Ferrari 7,5: Weekend molto positivo per la Rossa, che accorcia significativamente le distanze dalla McLaren nella classifica costruttori. Su Leclerc nulla da dire: gara impeccabile, condotta sempre al quarto posto. Qualcosa da recriminare invece per Sainz, che dal potenziale quinto posto ha rischiato di finire ottavo. C’è da dire che il contatto con Ricciardo gli ha causato qualche problemino alla macchina. Bravo comunque lo spagnolo a tenere alle spalle Norris in un ultimo giro sofferto.

McLaren 6,5: Weekend complicato per Norris e compagni, sconfitti di fatto dalla Ferrari in quella che è la lotta per il terzo posto nella classifica costruttori. Bravo Ricciardo a superare Sainz dopo pochi giri, ma ingenuo il britannico a farsi scavalcare da Carlos dopo che quest’ultimo gli aveva ceduto la posizione. Nel complesso non è una gara da buttare, ma con ogni probabilità ci si aspettava qualcosa di più da questo weekend.

Valtteri Bottas 6: Il finlandese parte male, scivolando addirittura in decima posizione, ma poi risale la china. Perfetto nei pit stop, riesce a liberarsi delle AlphaTauri, così come di Norris. All’ultimo giro, inoltre, riesce a superare anche Sainz, conquistando un sesto posto per nulla scontato. Certo, da un pilota come lui alla guida di una Mercedes ci si attende di più. Le cinque posizioni di penalità, tuttavia, non possono passare inosservate.