Pagelle F1, GP Russia Sochi 2021: Hamilton nella storia, Verstappen limita i danni, Norris ingenuo

Lewis Hamilton, GP Emilia-Romagna - Foto Denise Marcorella

Le pagelle del GP di Russia 2021 di F1. Sul tracciato di Sochi, è Lewis Hamilton a salire sul gradino più alto del podio, azzeccando la scelta del cambio di pneumatici nel momento in cui ha iniziato a piovere: il britannico entra nella storia, avendo centrato la 100° vittoria. Secondo Max Verstappen, che ha approfittato della pioggia per risalire diverse posizioni dopo una fase di stallo nel finale. A completare il podio è il ferrarista Carlos Sainz, che aveva vissuto una fase centrale di gara difficile, dopo il primo pit stop. Ingenuo Lando Norris, che si fa ingolosire dalla prima posizione e tarda il cambio alle gomme intermedie. Ecco i nostri voti ai protagonisti.

ORDINE DI ARRIVO GP RUSSIA 2021

CLASSIFICHE PILOTI E COSTRUTTORI AGGIORNATE DOPO GP RUSSIA 2021

PAGELLE GP RUSSIA 2021

LEWIS HAMILTON, voto 100: non è un errore di battitura, ma un modo di celebrare l’entrata nella leggenda del pilota britannico, che centre la centesima vittoria in Formula 1; mai nessuno come lui. Il pilota della Mercedes parte male, ma dopo la girandola dei box Toto Wolff sorprende tutti dicendogli: “Puntiamo alla vittoria”. Una frase che sembrava troppo ottimistica, con il passare dei giri si è dimostrata sempre più realistica. Poi, la pioggia ha forse dato la sferzata decisiva, con Hamilton che ha mantenuto la lucidità necessaria per capire che era il caso di montare gli pneumatici intermedi.

MAX VERSTAPPEN, voto 10: un secondo posto che sa di vittoria, per l’olandese che era partito ultimo. Anche il pilota della Red Bull ha tratto vantaggio dalla pioggia, visto che negli ultimi giri aveva dimostrato delle difficoltà (vedasi il sorpasso subito da Alonso). Il secondo posto può certamente farlo sorridere, in quanto gli permette di ritrovarsi a soli 2 punti da Hamilton nella classifica piloti.

CARLOS SAINZ, voto 8.5: parte benissimo mostrando grande grinta, dovendo però poi cedere la posizione a Norris. Il nodo cruciale è il pit stop, troppo lento, ma quella non è una sua colpa. Al rientro, vede allontanarsi sempre più il podio, e lo spagnolo fa fatica anche a superare Pierre Gasly. Si fa trovare pronto nel momento in cui è arrivata la pioggia a sparigliare le carte.

LANDO NORRIS, voto 6: si fa ingolosire, ma come dargli torto? Il giovane pilota della McLaren conduce una gara perfetta, condotta fin dai primi giri e gestendo benissimo la gomma. Paga l’inesperienza quando sottovaluta la pioggia e più volte urla al muretto che non vuole rientrare ai box. Inevitabile il lungo, che gli fa perdere la prima posizione, e poi conclude settimo dopo il cambio degli pneumatici. Una gara che gli servirà sicuramente per il futuro.

CHARLES LECLERC, voto 6,5: il pilota monegasco realizza una partenza da urlo, guadagnando subito 5 posizioni con delle manovre molto rischiose. Porta avanti una grandissima gara, fino al momento in cui comincia a cadere la pioggia. Come Norris, rimane in pista un giro di troppo, e manda all’aria la possibilità di chiudere nella top-5, che ad un certo punto sembrava raggiungibile.