Pagelle F1 GP Brasile 2019: Verstappen da urlo, suicidio Ferrari

Max Verstappen - Foto MacKrys - CC-BY-SA-4.0 Max Verstappen - Foto MacKrys - CC-BY-SA-4.0

Doveva essere una semplice gara di fine stagione, invece si è trasformata in una corrida. Vince Max Verstappen seguito da Pierre Gasly e Lewis Hamilton. Suicidio in casa Ferrari che si elimina per la lotta per il podio a pochi giri dal termine a causa delle scontro tra i due ferraristi. Weekend da incorniciare per l’Alfa Romeo Racing che ottiene punti vitali con il quinto posto di Raikkonen ed il sesto di Giovinazzi.

Max Verstappen 10: volevano togliergli la vittoria in ogni modo, ma l’olandese oggi era semplicemente imbattibile. Dopo un’ottima partenza il pilota della Red Bull ha dovuto sudare sette camice per conquistare il gradino più alto del podio: lotta con Hamilton, Kubica che gli taglia la strada in corsia box. Alla fine, però, Verstappen ha superato con forza l’inglese e conquista l’agognata vittoria su una pista in cui il motore Honda è stato il vero protagonista del weekend. Se nel 2020 la Honda dovesse fornire alla Red Bull ed a Verstappen un motore competitivo da Melbourne, l’olandese diventa un serio pretendente al titolo.

Alexander Albon 9: Parte quinto ed a due giri dalla fine è secondo dietro al compagno di squadra. Una gara perfetta quella del pilota thailandese fino al contatto con Hamilton che gli è costato il podio e la gara. Peccato, peccato.

Sebastian Vettel 3: Vettel esce da Interlagos con le pive nel sacco. Dopo una prima parte di gara caratterizzata dalle difficoltà della sua SF90, il tedesco perde il senno a pochi giri dalla bandiera a scacchi: dopo aver subito il sorpasso da Albon, Vettel non accetta di perdere la posizione anche da Leclerc. Alla fine tra i due litiganti nessuno gode, infatti entrambi i ferraresi non finiscono la gara. Urgono chiarimenti.

Charles Leclerc 3: una rimonta da favola, ma alla fine viene gettata nelle ortiche. Il monegasco parte dalle retrovie complice la penalità legata al nuovo motore, ma dopo una decina di giri risale nelle posizioni di testa. Il ferrarista non ha una gara semplice, ma a pochi giri dal termine si ritrova con delle gomme soft fresche per lottare per il podio. In casa Ferrari, però, le cose non vengono mai gestite al meglio e questo consegue lo scontro fratricidio tra i due della Rossa. Risultato? Zero punti per entrambi.

Lewis Hamilton 5: oggi la magia non riesce al campione inglese. Il sei volte campione del mondo tenta di battere Verstappen restando in pista con la gomma media fino a fine gara, ma alla fine le sue gomme gialle hanno ceduto. Ci sono però dei giorni in cui anche i campioni fanno degli errori e questo è uno di quelli: Hamilton pur di riconquistare la seconda posizione di Albon fa un sorpasso azzardato, rovinando così la gara del pilota thailandese. Alla fine sale comunque sul podio, ma potrebbe non essere più nelle sue mani.

Valtteri Bottas 7: Il pilota conduce una buona gara, ma galeotta è la lotta con Charles Leclerc. Nonostante avesse una gomma più prestante rispetto al ferrarista, Bottas non è riuscito a sorpassarlo (complice la bella difesa del monegasco). Quest’incertezza l’ha pagata cara, perché il suo motore è salito troppo di temperatura fino ad abbandonarlo in mezzo alla pista.