GP Russia: Ferrari ok nelle libere di Sochi, Domenicali nuovo Ceo di F1

Charles Leclerc - Foto Twitter Ferrari

Arrivano dei piccoli passi in avanti per la Ferrari nelle libere del venerdì di Sochi. Al Gran Premio di Russia, la Rossa comincia il lavoro in pista piazzando entrambe le SF1000 in top-10. È la sessione pomeridiana a confermare i miglioramenti della Rossa con Charles Leclerc ottavo e Sebastian Vettel decimo, entrambi però distanti di oltre un secondo e 5 decimi dal tempo di Valtteri Bottas in 1’33″519. C’è sempre la Mercedes a comandare le operazioni con il finlandese, il più veloce sul tracciato russo in entrambe le sessioni odierne. Insegue, invece, Lewis Hamilton che nel pomeriggio chiude la simulazione qualifica in 1’33″786 con due decimi di ritardo dal compagno squadra. Ma nella bagarre per il podio spicca la Renault con un ottimo Daniel Ricciardo, costantemente in top-3, mentre tituba Max Verstappen alle prese con una Red Bull fin troppo nervosa: “Sapevamo che questa non fosse la pista migliore per la nostra macchina ma stiamo provando vari livelli di carico aerodinamico per capire quale sia la migliore soluzione – ha detto l’olandese -. Il mio obiettivo? Il terzo posto in qualifica, anche se sarà difficile“. McLaren e Racing Point sono le altre insidie per una Ferrari tornata a candidarsi, fin dalle prime battute, per la zona punti seppur con un passo gara ancora da ottimizzare soprattutto dopo le problematiche mostrare al Mugello.

Ma la giornata odierna è stata fortemente caratterizzata da una svolta importante per il futuro della Formula 1. L’ex team principal della Ferrari Stefano Domenicali, a partire dal 1° gennaio 2021, sarà il nuovo Presidente e CEO del Circus in sostituzione di Chase Carey. Il grande annuncio è arrivato direttamente dal Ceo di Liberty Media, Greg Maffei: “Chase ha svolto un lavoro fenomenale alla guida della F1: le sue azioni hanno rafforzato la F1 come l’apice del motorsport. Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Domenicali, Stefano porta una ricca storia di successi in F1“. “È stato un onore guidare la Formula 1, uno sport veramente globale con un passato leggendario negli ultimi settant’anni – ha detto Carey -. Sono fiducioso che abbiamo costruito le solide basi per la crescita del business a lungo termine“. E infine tutto l’orgoglio di Domenicali: Sono entusiasta di entrare a far parte dell’organizzazione della Formula 1, uno sport che ha sempre fatto parte della mia vita. Sono nato a Imola e vivo a Monza. Sono rimasto in contatto con lo sport attraverso il mio lavoro con la Commissione monoposto della FIA e non vedo l’ora di entrare in contatto con i team, i promotori, gli sponsor e molti partner in Formula 1 mentre continuiamo a portare avanti il business“.

C’è grande entusiasmo anche nel mondo F1 con i team principal di Mercedes (Toto Wolff) e Red Bull (Christian Horner) che riaccolgono Domenicali spendendo parole di elogio. “Domenicali ha fatto una grande carriera in F1 con la Ferrari, conosce il mondo delle corse, l’economia e la politica di questo sport – ha sottolineato Wolff -. Secondo il mio pensiero può essere una scelta fantastica“. “Credo che sia grandioso che Domenicali torni a essere coinvolto nel mondo della Formula 1 – le parole di Horner -. È un vero uomo di corse, conosce l’ambiente e ha tantissima esperienza. È un uomo molto in gamba e non vediamo l’ora di poterlo rivedere con noi“.