GP Cina: Mercedes vola in qualifica, Ferrari teme i fantasmi dell’Australia

Sebastian Vettel, Ferrari F1 - Foto Bruno Silverii Sebastian Vettel, Ferrari F1 - Gran Premio d'Australia, Foto Bruno Silverii

Terza qualifica stagionale e secondo uno-due Mercedes. Al Gran Premio della Cina è ancora una volta la scuderia tedesca a monopolizzare la prima fila in qualifica con Valtteri Bottas in pole position e Lewis Hamilton in seconda posizione. Un doppio colpo pesante alla Ferrari, mai concretamente in gara durante la lotta alla pole con un margine di distacco di almeno 3-4 decimi difficilmente recuperabile nel giro secco. È così che Bottas festeggia la settima pole in carriera battendo per una manciata di millesimi il compagno di squadra. L’attuale leader del campionato conferma l’ottimo avvio di stagione permettendo così al team d’argento di assicurarsi la migliore prospettiva in vista della gara di domani. Una gara che per forza di cose sarà fondamentale soprattutto per la Ferrari, sconfitta largamente proprio come accaduto in Australia quando la SF90 risultò esser anonima anche in gara.

Il Cavallino cerca la reazione nel tentativo di scacciare i fantasmi di Melbourne, spariti in Bahrain e improvvisamente tornati durante la gara numero 1000 della storia della F1. Vettel e Leclerc hanno mostrato un passo simile, per altro ricavando ottimi segnali soprattutto dalla monoposto del monegasco colpita da diversi problemi tra Sakhir e le sessioni di libere in Cina. Il margine in qualifica è importante ed è dettato da una percorrenza in curva della SF90 non propriamente efficace. Infatti la Ferrari, come da conformazione, farà all-in nel GP dove proverà a sfruttare la netta supremazia in rettilineo. Alta velocità e maggiori chance di sorpasso, soprattutto in una gara dove il Cavallino sarà chiamato alla rimonta.

A Shanghai è tutto aperto per una gara che si preannuncia scoppiettante con la Red Bull pronta a inserirsi nel bel mezzo della lotta. La Mercedes andrà alla ricerca del terzo uno-due stagionale ma dovrà combattere con le insidie di un lungo GP che lo scorso anno tra safety car e strategia gomme regalò una vittoria inattesa alla Red Bull di Daniel Ricciardo. Lo spettacolo inizierà alle ore 8:10 di domenica 14 aprile, diretta testuale su Sportface.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.