Formula 1, qualifiche GP Brasile 2019: dominio di Verstappen, ma la Ferrari è lì

Max Verstappen - Foto Lukas Raich - CC-BY-SA-4.0 Max Verstappen - Foto Lukas Raich - CC-BY-SA-4.0

Il penultimo appuntamento della stagione 2019 di Formula Uno ci regala una qualifica ricca di colpi di scena. Max Verstappen conquista la pole position del gran premio del Brasile davanti a Vettel e Hamilton. L’olandese segna un crono di 1:07.508, precedendo il pilota della Ferrari di 123 millesimi e l’inglese di 194 millesimi. Quarto Charles Leclerc, ma domani partirà dalla 14esima posizione a seguito della penalità legata al montaggio del nuovo motore. Ottima giornata per la Haas che riporta le due monoposto in Top Ten. Male la McLaren che perde Sainz in Q1 a seguito di un problema al motore.

Nella prima parte della qualifica il più veloce è la Red Bull di Max Verstappen, precedendo Leclerc e Albon. L’olandese segna un tempo di 1:08.242, mettendosi alle spalle il pilota della Ferrari di 254 millesimi ed il compagno di squadra di 261 millesimi.  Quarta posizione per Vettel davanti alle due Mercedes, rispettivamente quinto Hamilton e sesto Bottas.  Il primo degli altri è il sorprendente Kevin Magnussen che in Brasile sta disputando al momento un ottimo weekend, precedendo il neo ventenne Lando Norris.    La McLaren, però, sorride a metà, perché Carlos Sainz non ha potuto segnare un giro cronometrato a causa di un problema al motore. Lo spagnolo partirà domani dalle retrovie. Tra gli esclusi c’è anche Daniil Kvyat. Il russo non sta certamente vivendo un fine settimana positivo dopo i problemi all’ibrido in FP2. Esclusi della Q1: Kvyat, Stroll, Russell, Kubica e Sainz.

Nella seconda parte della qualifica il leader della classifica è sempre Max Verstappen, ma questa volta gli inseguitori sono i due della Ferrari. Il pilota della Red Bull ferma il crono in 1:07.503, precedendo Leclerc di 385 millesimi e Vettel  di 547 millesimi.  Quarta posizione per Lewis Hamilton davanti ad Albon e Bottas. Colpisce il divario tra il pilota thailandese ed il compagno di squadra (+614 millesimi). Chiudono la Top Ten Grosjean, Gasly, Magnussen e Raikkonen. Il team Haas non portava i due piloti in Q3 dal gran premio di Spagna. Escluso per poco Lando Norris, beffato dalla bandiera gialla esposta a causa del testacoda di Giovinazzi. In ottica gara tutti i top driver partiranno con la gomma soft tranne Charles Leclerc, che userà la gomma media. Il monegasco ha optato per un set più duro, perché partirà dalle retrovie a seguito della penalità di 10 posizioni che dovrà scontare in griglia.

Nella parte conclusiva della qualifica il poleman è Max Verstappen davanti a Vettel e Hamilton. Il pilota della Red Bull segna un tempo di 1:07.508, precedendo il tedesco di 123 millesimi e l’inglese di 194 millesimi. L’olandese è stato l’unico che ha migliorato il giro nel secondo tentativo. Quarta posizione per Leclerc (+220 millesimi), precedendo Bottas (+366 millesimi) e Albon (+427 millesimi). Il monegasco partirà domani dalla 14esima posizione a seguito della penalità legata alla nuova unità di motore montata.  Settimo Pierre Gasly (+1329 millesimi) che precede Grosjean (+1346 millesimi) e Raikkonen (+1476 millesimi). Chiude la Top Ten Magnussen (+1529 millesimi).