Formula 1, Gp Russia 2021, Ferrari: “Abbiamo sbagliato a non far rientrare Leclerc”

Charles Leclerc - Foto Instagram

Il Gran Premio di Formula 1 di Russia 2021 è stato esaltante e pieno di sorprese, soprattutto negli ultimi 5 giri. Tra pioggia, cambi di gomme, testacoda e strategie, i piloti che ne sono usciti peggio sono certamente quelli che hanno inizialmente deciso di non fermarsi ai box e quindi Norris e Leclerc. È proprio del monegasco che ci soffermiamo adesso, perché di ciò che è successo in quegli istante ne ha parlato lo stratega Ferrari, Inaki Rueda, nel consueto debrief online ferrarista. Quindi, come si è arrivati a decidere in quei frangenti?

“Leclerc era in una situazione in cui aveva appena cambiato le gomme, passando dalle dure alle medie. Le aveva montate da una decina di giri e stavano funzionando benissimo in condizioni di umido. Al giro 50 ci siamo trovati nel momento della decisione difficile. Le opzioni erano, pioggia che aumenta e podio alla portata se riusciamo a passare le due macchine davanti a noi o si fermano per il pit stop. Oppure rientriamo per il cambio e ci ritroviamo al 7° o 8° posto. Ci siamo detti che secondo noi la pioggia sarebbe aumentata e che quindi restare in pista con le gomme slick sarebbe stato molto difficile. Ma se avessimo resistito per tre giri un grande risultato sarebbe stato alla portata. E così abbiamo deciso di restare in pista”.

Come sappiamo però, è stata esattamente la scelta sbagliata, e lo stesso Rueda non si nasconde: “Certo, ora sappiamo che è stata la decisione sbagliata, però bisogna considerare che queste situazioni si verificano spesso, una per esempio già sabato nelle qualifiche, quando la pista ha iniziato ad asciugarsi e con Sainz dovevamo decidere se mettergli le gomme da asciutto o rimanere fuori a giocarsi la pole con le intermedie. Abbiamo deciso di rischiare le gomme da asciutto e bisogna ringraziare Carlos di essere stato molto bravo a fare il tempo”.