Formula 1, Binotto: “Speriamo di iniziare a luglio, a maggio quadro più chiaro”

Mattia Binotto - Foto XaviYuahanda - CC-BY-SA-4.0

Non getta la speranza il team principal della Ferrari Mattia Binotto, intervistato dalla britannica Sky Sports News. La sua volontà sarebbe quella di tornare in pista il prima possibile ma, la situazione, come lui stesso afferma, è parecchio incerta: “Nessuno sa veramente quando si ripartirà lunedì abbiamo avuto un incontro con Liberty e Fia e abbiamo discusso. La F1 sta cercando di organizzare il miglior campionato possibile, magari a partire dall’inizio di luglio, se ciò sarà possibile, ma al momento non abbiamo conferme. Penso che entro la fine di maggio avremo un quadro più chiaro. È nell’interesse di tutti correre quando si potrà e fare quante più gare possibile, ma è troppo presto per avere un quadro chiaro ora”.

Intanto sono già state cancellate le gare di Melbourne e Montecarlo, mentre ieri è stato rinviato anche il GP del Canada: un campionato da iniziare il 15 marzo ha ora come plausibile (ma improbabile) data di inizio il 28 giugno, col il GP di Francia a Le Castellet. In merito Binotto ha commentato: “Sappiamo che dal primo regolamento sportivo per avere un campionato mondiale sono necessarie almeno otto gare si sta cercando di organizzarne di più. L’importante è essere flessibili. Sono abbastanza sicuro che Chase (Carey; n.d.r.) e le squadre saranno in grado di mettere in campo il miglior campionato possibile. Da parte nostra tutto ciò che è necessario, fine settimana di gare brevi o doppio GP, lo faremo, saremo flessibili e di supporto, faremo quanto è necessario“.