F1, Wolff: “La partita è lunga, siamo solo al primo quarto”

Toto Wolff - Foto MacKrys - CC-BY-SA-4.0 Toto Wolff - Foto MacKrys - CC-BY-SA-4.0

“Siamo solo al primo quarto, gran parte della partita è ancora da giocare”. Con un paragone ispirato al mondo altrettanto competitivo della Nba, il team principal della Mercedes, Toto Wolff, confida nella possibilità della scuderia di cominciare a tornare in gioco già dalla prossima gara, domenica 22 maggio a Barcellona, nonostante un inizio di stagione deludente.

Di seguito la nota sul sito ufficiale del team: “A Barcellona contiamo di trasformare in miglioramenti concreti l’enorme lavoro portato avanti in fabbrica grazie ai dati raccolti a Miami. Avendo corso lì nei test invernali, anche se con una macchina che si è evoluta molto da allora, potremo correlare i dati della vettura attuale e speriamo così di fare un altro passo avanti. La pista del Montmelò non permette molti sorpassi ma è adatta nella sua configurazione per avere una risposta sulla nostra competitività e se siamo vicini alla soluzione dei problemi che abbiamo avuto”.

Al prossimo appuntamento, la sesta gara sulle 23 previste dal Mondiale 2022, la Mercedes arriva con un bottino molto magro, due soli podi, e soprattutto con un Lewis Hamilton in difficoltà anche nei confronti del neo compagno di squadra, George Russell. Ma Wolff difende il pluricampione del mondo, ricordando la gara di Miami: “È stata sfortunata per Lewis, che è stato forte per tutto il weekend. Non ho dubbi che nel corso della stagione le cose cambieranno”.

L’autore: /

Classe '96. Nasco in collina, poi lettere sul mare a Bari ma con le Dolomiti sempre nel cuore. Sciatore dall'alba del nuovo millennio, ho coniugato la passione dello sport alla scrittura. Su tutto sport invernali, poi ciclismo, nuoto, tennis, scherma e atletica, in ordine. Nel tempo libero cinema, libri, viaggi e sogni, e un romanzo d'amore.