F1, verso GP Australia 2018: albo d’oro, record e curiosità della pista

di - 19 marzo 2018

Tutto comincia da qui: l’alba del Mondiale 2018 della Formula 1 parte dal continente oceanico con il Gran Premio d’Australia. Nel week end 23-25 marzo prenderà avvio la nuova stagione a quattro ruote con appuntamento fissato all’Albert Park di Melbourne.

CURIOSITÀ DELLA PISTA – Il Gran Premio d’Australia, nel corso degli ultimi 20 anni, è diventata una “tappa classica” nonostante il circuito di Melbourne sia tutto sommato più “giovane” rispetto ad altri tracciati presenti nel calendario stagionale. Costruito ed utilizzato negli anni 50, l’Albert Park è sempre stato al centro di numerose critiche da parte degli ambientalisti per la sua conformazione sul lago dell’omonimo parco utilizzato per la circolazione ordinaria. A seguito di queste proteste, il tracciato di Melbourne venne abbandonato per circa 40 anni per poi diventare finalmente protagonista in F1 a partire dal 1996: nuovo rettilineo, nuovi box e qualche modifica lungo il tracciato per rallentare le percorrenze di uno dei circuiti cittadini più veloci di tutto il Mondiale. Il tracciato si snoda al centro della città ed è lungo circa 5,3 chilometri con tante curve (16) e pochi rettilinei (dopo il traguardo si raggiungono circa 315 km/h).

RECORD DELLA PISTA – Il record della pista, in gara, appartiene a Michael Schumacher che nella stagione 2004, a bordo della Ferrari F2004, registrò un crono di 1:24.125 tuttora imbattuto. In qualifica, invece, è Lewis Hamilton a detenere il giro veloce con 1:22.188 fatto segnare nel 2017 e, in caso di pole position nel 2018, supererebbe Ayrton Senna diventando il pilota con più pole nella tappa australiana (sette). Per vittorie è ancora Schumi il migliore di tutti con quattro sigilli, a quota 2 troviamo Hamilton, Vettel e Raikkonen pronti a darsi nuovamente battaglia.

L’albo d’oro del Gran Premio d’Australia (dall’ingresso nel campionato mondiale)

Adelaide
Anno 1985 – Keke Rosberg (Williams)
Anno 1986 – Alain Prost (McLaren)
Anno 1987 – Gerhard Berger (Ferrari)
Anno 1988 – Alain Prost (McLaren)
Anno 1989 – Thierry Boutsen (Williams)
Anno 1990 – Nelson Piquet (Benetton)
Anno 1991 – Ayrton Senna (McLaren)
Anno 1992 – Gerhard Berger (McLaren)
Anno 1993 – Ayrton Senna (McLaren)
Anno 1994 – Nigel Mansell (Williams)
Anno 1995 – Damon Hill (Williams)
Melbourne
Anno 1996 – Damon Hill (Williams)
Anno 1997 – David Coultard (McLaren)
Anno 1998 – Mika Hakkinen (McLaren)
Anno 1999 – Eddie Irvine (Ferrari)
Anno 2000 – Michael Schumacher (Ferrari)
Anno 2001 – Michael Schumacher (Ferrari)
Anno 2002 – Michael Schumacher (Ferrari)
Anno 2003 – David Coultard (McLaren)
Anno 2004 – Michael Schumacher (Ferrari)
Anno 2005 – Giancarlo Fisichella (Renault)
Anno 2006 – Fernando Alonso (Renault)
Anno 2007 – Kimi Raikkonen (Ferrari)
Anno 2008 – Lewis Hamilton (McLaren)
Anno 2009 – Jenson Button (Brawn GP)
Anno 2010 – Jenson Button (McLaren)
Anno 2011 – Sebastian Vettel (Red Bull)
Anno 2012 – Jenson Button (McLaren)
Anno 2013 – Kimi Raikkonen (Lotus)
Anno 2014 – Nico Rosberg (Mercedes)
Anno 2015 – Lewis Hamilton (Mercedes)
Anno 2016 – Nico Rosberg (Mercedes)
Anno 2017 – Sebastian Vettel (Ferrari)

© riproduzione riservata