F1, pagelle GP Singapore: Vettel is back. Doppietta Ferrari

Sebastian Vettel - Foto sito ufficiale F1 Sebastian Vettel - Foto sito ufficiale F1

Le pagelle del Gran Premio di Singapore 2019, valevoli per la quindicesima tappa del mondiale di Formula Uno. Dopo due gare di velocità come Monza e Spa il Circus è arrivato a Singapore, una pista cittadina ad alto carico aerodinamico. Sulla carta questo tracciato non doveva essere favorevole alla Ferrari, ma è arrivata la smentita proprio in pista: pole position per Charles Leclerc e vittoria di Sebastian Vettel.

Sebastian Vettel 9
La sua prima vittoria doveva arrivare a Singapore. Dopo una pole position sfumata, in gara sono giunte le soddisfazioni. Il team per difenderlo da Hamilton ha deciso di
anticipare la sosta, dandogli l’opportunità di stare davanti a Leclerc. Il quattro volte campione del mondo dal momento in cui ha preso la testa della gara non l’ha più lasciata. Una vittoria che lo aiuta nel momento più difficile della carriera.

Charles Leclerc 8
Con la pole position tra le mani pensava di avere in tasca la vittoria di Singapore, ma le cose sono andate in modo diverso rispetto ai piani. Dopo una partenza gestita al
meglio, Leclerc ha dovuto lasciare la testa della classifica al compagno di squadra per via della stratega del muretto box. Il monegasco nel team radio ha sottolineato la sua rabbia per il danno
subito, ma dopo la gara capirà il motivo di quella decisione della squadra. Giovane temibile.

Lewis Hamilton 7
Doveva essere il suo gran premio, invece ha visto le Rosse sfrecciargli davanti.
Sembrava impossibile alla vigilia, invece è successo. Il cinque volte campione del mondo ha provato quest’oggi a fermare Leclerc al via, ma oggi la sua W10 non l’ha aiutato.
Il team ci ha messo del suo ritardando eccessivamente il pit stop dell’inglese nel momento cruciale della gara, compromettendo completamente la sua domenica. Ci ha provato verso la fine a
superare Verstappen per il podio, ma invano.

Valtteri Bottas 7
Oggi il finlandese ha fatto capire il motivo del suo rinnovo di contratto con la Mercedes: grande compagno di squadra. Nonostante stia teoricamente lottando per il mondiale
quest’oggi a Singapore ha sacrificato la propria gara per aiutare il compagno di squadra dopo una strategia deleteria da parte del team tedesco. Hamilton in questi anni ha sempre fatto faville, ed i mondiali conquistati sono la dimostrazione di ciò, ma sono anche arrivati grazie all’aiuto del compagno di squadra. Barrichello 2.0.

Max Verstappen 5
Il pilota deluso di questo weekend è certamente l’olandese. La Red Bull aveva puntato tantissimo su questo gran premio, tanto che Verstappen a Monza ha scontato le penalità
per avere tutte le componenti “fresche”, ma i risultati non si sono visti. In qualifica il pilota della Red Bull non ha mai avuto delle vere chances per la pole, invece in gara è parso più competitivo, ma alla fine è arrivato soltanto un podio. Questa trasferta farà male all’olandese, perché Leclerc lo sorpassa in campionato dopo una gara che doveva essere “pro Red Bull”.

Alexander Albon 6
Il pilota thailandese è una garanzia per la Red Bull. Può succedere di tutto in pista, ma il ragazzo riesce a conquistare almeno la sesta posizione. In questa gara pazza Albon è
sempre stato ad un secondo circa dai top drivers, dimostrazione della sua competitività. Helmut Marko ha detto nel corso del weekend che sceglierà il compagno di squadra di Verstappen dopo il
GP del Messico, ma sembra quasi certa la conferma del thailandese. Costante.