F1 mercato piloti 2019, ‘domino’ Ricciardo: da Sainz a Gasly, quanti cambi

di - 3 agosto 2018

La Formula 1 va in vacanza per la pausa estiva ma il mercato piloti scombussola le line-up per il Mondiale 2019. In pochi minuti è arrivata la notizia lampo: Daniel Ricciardo lascia la Red Bull per accasarsi alla Renault con un contratto biennale per una nuova affascinante sfida. Era proprio il pilota australiano il punto interrogativo più grande che, alla sua prima mossa, avrebbe causato un vero e proprio ‘domino’ nelle decisioni delle altre scuderie.

RICCIARDO-HULKENBERG IN RENAULT – Ricciardo, dopo aver costruito gran parte della sua carriera sotto il programma di crescita della Red Bull, ha deciso di abbandonare la scuderia austriaca per sedersi sulla Renault dove nella prossima stagione sarà il compagno di Nico Hulkenberg. Già perché la scuderia francese, nel comunicato ufficiale, ha rivelato che eserciterà l’opzione di rinnovo per un altro anno con il pilota tedesco mettendo alla porta lo spagnolo Carlos Sainz.

DOMINO SAINZ, GASLY, VANDOORNE – Sainz, a sorpresa, sarà dunque svincolato pur trovandosi ancora sotto il controllo della Red Bull. La scuderia austriaca, a stagione 2017 inoltrata, permise allo spagnolo di trasferirsi in prestito alla Renault lasciando la Toro Rosso per poi guidare la monoposto francese per tutto il Mondiale 2018. Carlos, trovandosi nel 2019 senza sedile, verrà utilizzato come ‘pedina di scambio’ in un presunto accordo con la McLaren in quanto lo stesso spagnolo preferirebbe non fare un nuovo passo indietro nel tornare alla Toro Rosso. Con Sainz alla McLaren, il giovane belga Stoffel Vandoorne verrà trasferito in Toro Rosso al posto di Pierre Gasly per il quale si prospetta la grande chance di sostituire Ricciardo al fianco di Verstappen alla guida della Red Bull.

IL PUNTO SUGLI ‘ALTRI’ – Oltre al domino Sainz, Gasly e Vandoorne, interamente orchestrato dall’alto dalla Red Bull, saranno da definire tante altre situazioni. In primis la Ferrari che nelle prossime settimane svelerà il proprio futuro, probabilmente prima del Gran Premio d’Italia, con la possibilità di rinnovare il contratto Kimi Raikkonen oppure virare sul talentuoso Charles Leclerc, attualmente in Sauber. Con la scuderia elvetica la ‘Rossa’ proverà a piazzare Antonio Giovinazzi, pilota italiano che verrà impegnato più volte nel corso del finale di stagione nelle sessioni di libere al volante dell’Alfa Sauber. Stuzzica anche la situazione in casa Force India con Esteban Ocon che potrebbe avere Lance Stroll come prossimo compagno di squadra, in uscita dalla Williams. Questo possibile movimento potrebbe portare Sergio Perez alla McLaren al fianco di Sainz anche in virtù delle alte possibilità di addio al mondo della F1 da parte di Fernando Alonso. Non è esclusa un’ulteriore conferma in casa Haas del duo Magnussen-Grosjean mentre in Williams salgono le quotazioni del ritorno di Robert Kubica, quest’anno impiegato come terzo pilota ed attenzione al possibile inserimento del giovane George Russell.

Le possibili line-up del Mondiale 2019 della Formula 1

MERCEDES

Lewis Hamilton (100%)
Valtteri Bottas (100%)

FERRARI

Sebastian Vettel (100%)
Kimi Raikkonen (50%), Charles Leclerc (50%)

RED BULL

Max Verstappen (100%)
Pierre Gasly (85%), Carlos Sainz (15%)

RENAULT

Daniel Ricciardo (100%)
Nico Hulkenberg (100%)

MCLAREN

Carlos Sainz (80%), Fernando Alonso (20%)
Sergio Perez (65%), Fernando Alonso (35%)

FORCE INDIA

Esteban Ocon (90%), Sergio Perez (10%)
Lance Stroll (60%), Sergio Perez (20%), George Russell (20%)

TORO ROSSO

Stoffel Vandoorne (85%), Pierre Gasly (15%)
Brendon Hartley (70%), Sean Gelael (30%)

HAAS

Kevin Magnussen (80%), Antonio Giovinazzi (20%)
Romain Grosjean (80%), Antonio Giovinazzi (20%)

SAUBER

Antonio Giovinazzi (50%), Charles Leclerc (50%)
Antonio Giovinazzi (55%), Marcus Ericsson (45%)

WILLIAMS

Robert Kubica (60%), Sergey Sirotkin (20%), Lance Stroll (20%)
George Russell (40%), Sergey Sirotkin (20%), Lance Stroll (20%), Oliver Rowland (20%)

© riproduzione riservata