F1, Malagò: “Ferrari? Nessuno poteva immaginare una situazione simile”

Giovanni Malagò Giovanni Malagò - Foto Osservatorio Promozione Sportiva

Un giudizio sulla Ferrari? E’ difficile trovare le parole per fotografare la realtà dei fatti. Nessuno poteva immaginare una situazione del genere, ci amareggia moltissimo. Se poi pensiamo che proprio un anno fa Leclerc faceva pole e vittoria a Monza…”. Questo il pensiero del presidente del Coni Giovanni Malagò sul disastro Ferrari nel gran premio d’Italia, con Vettel e Leclerc lontani dalle prime posizioni in qualifica e poi ritirati in gara. “Nella Formula 1 non si può inventare nulla, chi conosce bene questo mondo lo sa – ha aggiunto il numero 1 dello sport italiano a margine della presentazione del volume “Papa Francesco: Mettersi in gioco, Pensieri sullo sport”, allo Stadio delle Terme di Caracalla Nando Martellini – Non è come in certi sport di squadra o in certe discipline in cui ci può essere la stranezza, l’eccezionalità. E’ tutto frutto del lavoro fatto: onestamente c’è da essere preoccupati”. Poi ha concluso: “La situazione ci dispiace anche in considerazione del fatto che quest’anno l’Italia può ospitare tre gran premi di Formula 1. – Era già stato un miracolo ottenere un contratto pluriennale a Monza, merito del lavoro del presidente dell’Aci Sticchi Damiani, e invece quest’anno, a causa del Covid, la Ferrari è riuscita a coronare il sogno di portare un gran premio anche nel circuito di casa, al Mugello, peraltro nel’occasione del millesimo gp della Rossa. E’ incredibile avere una macchina così poco performante in questo momento”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio