F1, GP Gran Bretagna Silverstone 2022. Hamilton: “Offese razziste Piquet? Prese di posizione non servono, bisogna agire”

Lewis Hamilton Lewis Hamilton - Foto - Foto LiveMedia/Xavi Bonilla / Dppi/DPPI

Offese razziste di Nelson Piquet? Sono incredibilmente grato a tutti coloro che mi hanno manifestato il proprio sostegno. Sono passati ormai due anni da quando ci siamo inginocchiati in Austria ma le sfide sono tutt’oggi ancora presenti. Io ho spesso subito manifestazioni di razzismo, ma anche negatività e critiche. Da molto tempo devo affrontare queste discriminazioni subdole, quindi non c’è nullo di nuovo. Non so perché continuiamo a dare voce a queste persone, che non rappresentano più il nostro sport. Dobbiamo guardare al futuro e dare ai giovani una piattaforma che sia più rappresentativa”. Lo ha detto Lewis Hamilton, pilota della Mercedes, nella conferenza stampa del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Le prese di posizione si sono moltiplicate negli scorsi giorni dopo le parole razziste dell’ex pilota brasiliano: “È stata una reazione istintiva che ormai c’è da parte di ogni azienda del mondo. Ma non è una reazione sufficiente, bisogna continuare ad agire. La discriminazione non è da promuovere, viviamo in un periodo difficile e bisogna unire, non dividere”, ha concluso Hamilton.