F1 Gp Austria, Hamilton sotto investigazione per non aver rallentato con bandiere gialle

Lewis Hamilton - Foto Mercedes

Il pilota della Mercedes Lewis Hamilton ha conquistato la seconda casella in griglia di partenza nel Gran Premio d’Austria, alle spalle del compagno di squadra Valtteri Bottas. Hamilton, ma ora l’inglese è finito sotto investigazione e rischia di essere penalizzato.

La conferma è arrivata intorno alle ore 18 direttamente dalla FIA, che ha sottolineato come il britannico non abbia rallentato sotto regime di bandiere gialle, esposte dopo il fuori pista di Bottas a pochi secondi dal termine del Q3. Sono, dunque, ore molto calde per il Gran Premio d’Austria, la cui griglia di partenza potrebbe subire un inaspettato ed importante cambiamento dell’ultimo minuto. Hamilton è stato convocato dagli steward e si attende una decisione.