F1, Arrivabene: “Bilancio 2018? Abbiamo perso in semifinale. Vettel ‘istruirà’ Leclerc”

Maurizio Arrivabene, Ferrari - Foto Jake Archibald - CC-BY-2.0

Abbiamo perso in semifinale, l’anno prossimo vogliamo migliorare“. Queste le dichiarazioni di Maurizio Arrivabene, intervistato da Sky Sport 24 a margine della serata di Caschi d’Oro e Volanti ACI 2018. Il team principal della Ferrari ha analizzato la stagione chiusasi con la sconfitta nel duello con la Mercedes: “È stata una stagione dove la squadra non ha mai mollato, non ci siamo mai arresi. Sono mancati tanti elementi – ha dichiarato Arrivabene – La perfezione in F1 non esiste, quando sei perfetto vinci sempre e nessuno c’è mai riuscito. Ci dovremo impegnare tutti per la prossima stagione, piloti e resto del team, per capire gli errori e per migliorarsi come squadra“.

Poi sulla ‘convivenza’ che verrà tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc: “Vettel è un ragazzo che deve ancora esprimere il meglio di sè in Ferrari. Sono sicuro che riuscirà a farlo il prossimo anno. Seb può insegnare tanto a Leclerc: Charles lo conosco dal 2015 e abbiamo grande fiducia in lui. L’importante è che prenda il prossimo anno come un anno per imparare a conoscere la squadra. È un talento, ha dimostrato di andare forte e bisogna proteggerlo oltre a fare in modo che il suo approdo in Ferrari non bruci il suo talento. Deve imparare il più possibile dal team e da Vettel“. Infine sulla monoposto 2019 della Ferrari che verrà presentata venerdì 15 febbraio: “L’ho vista due settimane fa. I tecnici erano molto presi prima di passare alla produzione e io nell’ultimo mese ero più impegnato su budget e vari accordi che altro. Mattia Binotto e il team stanno facendo un gran lavoro, io ero su altro ma l’ho vista. Ho visto il modello, per essere precisi“, ha concluso Arrivabene.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.