F1, a rischio il GP di Turchia: il governo inglese detta le regole, ipotesi scambio con Baku

Carlos Sainz, GP Emilia-Romagna - Foto Denise Marcorella

Il GP di Turchia di Formula 1 a rischio a causa delle nuove disposizioni anti covid-19 emanate dal governo britannico. Annunciato al posto dell’appuntamento del Canada, la tappa turca è in programma tra l’11 e 13 giugno. Lo Stato però, verrà inserito nella lista rossa del governo inglese dal 12 maggio. Dunque non sono ammessi spostamenti, e chi viaggia per motivi validi dovrà disporre di 10 giorni di quarantena al suo ritorno in un hotel. Un periodo di tempo che sarebbe troppo lungo per il fitto calendario della F1. Domenicali ha già annunciato che proverà ad avere una deroga dal governo per la F1, ma non sarà un lavoro semplice. Tra le ipotesi fatte in queste ore, ci sarebbe uno scambio di date tra il GP di Baku e quello di Turchia.