Valentina Vezzali: “Stupita dalle parole di Malagò, sul lavoro sportivo non è informato”

Giovanni Malagò e Valentina Vezzali Giovanni Malagò e Valentina Vezzali - Foto LiveMedia/Fabrizio Corradetti

“Rimango veramente stupita dalle dichiarazioni del presidente Malagò al punto che credo non sia adeguatamente informato. La riforma è il frutto del totale coinvolgimento di tutte le componenti sportive, incluso il Coni, oltre che della condivisione con le parti politiche, e proprio grazie a questo sforzo comune abbiamo evitato che il decreto sul lavoro sportivo, come originariamente concepito, mettesse in ginocchio dal primo gennaio 2023 il mondo dello sport”. Lo dichiara in una nota Valentina Vezzali, sottosegretaria con delega allo Sport. E ancora: “Siamo riusciti a contemperare le esigenze dei lavoratori con quelle dei datori di lavoro – aggiunge l’ex schermitrice – In tutto questo il Coni è stato coinvolto fin dall’avvio del procedimento di consultazione pubblica per tutti i portatori di interesse del mondo dello sport, del quale è stato direttamente informato e il 13 ottobre 2021 vi ha partecipato con suoi rappresentanti, inviando anche una nota scritta con le sue proposte, seguita da una seconda nota scritta, che abbiamo tenuto presente nell’elaborazione del decreto correttivo sul lavoro sportivo. Alla consultazione pubblica hanno partecipato, tra gli altri, federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, come gli stessi presidenti potranno confermare”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio