Malagò: “Ho parlato con Berrettini dopo la finale. Ferrari? Sono amareggiato”

Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha commentato il trionfo di Matteo Berrettini a Stoccarda: “Ho parlato con lui dopo la finale. E’ stato proprio bravo. Non mi sembra per niente banale tornare subito a vincere dopo tre mesi di infortunio. Ha dimostrato che, oltre ad essere molto forte, è anche molto bravo di testa. Nel terzo set quando è rientrato in campo era sul pezzo. Oggettivamente sull’erba ha perso una sola partita nel biennio 2021-2022. Ha vinto il Queen’s, ha perso in finale a Wimbledon contro Djokovic e si è ripresentato così a Stoccarda: non è banale”.

Malagò si è soffermato anche sul sorprendente seguito che ha avuto la finale playoff di Serie C tra Palermo e Padova: “Ho parlato con il presidente Ghirelli: il 9% di share in chiaro per la finale dei play-off di Lega Pro è un dato impressionante, specialmente perché andrà aggiunto il satellitare e perché in un contesto di una città dove qualcuno doveva ancora andare a votare. Faccio un assist al presidente Balata. Il campionato cadetto avrà Palermo, Genoa, Parma, Venezia, Bari, Cagliari e Brescia. Non voglio mancare di rispetto alle altre squadre ma questo per dire che tra le piazze di Serie B ci saranno molti capoluoghi di regione e club che hanno militato a lungo in Serie A con una lunga storia calcistica”.

Il presidente è poi passato alle note dolenti: “Siamo veramente dispiaciuti per la Ferrari, ma ci sono i presupposti per essere comunque ottimisti. La base c’è e i risultati sono molto importanti, al di là delle pole. La prossima gara è tra sei giorni. Non so in che modo la Ferrari possa eliminare il potenziale problema, ma non possiamo dimenticare che l’inizio della stagione è stato esaltante. Resta l’amaro in bocca per quello che è successo nelle ultime due gare, ma se ci avessero detto che dopo 8 gare questa sarebbe stata la situazione, avremmo pensato ad una bella cosa”.