La società Coninet contro Malagò: “Gravissima e falsa la sua affermazione”

Giovanni Malagò - Foto Ferdinando Mezzelani

In merito all’intervista odierna di Giovanni Malagò a un quotidiano romano, la società Coninet considera gravissima e lesiva del suo lavoro e della sua immagine l’affermazione del presidente del Coni sul ‘controllo’ della sua mail. Affermazione naturalmente falsa. Coninet respinge qualsiasi allusione e insinuazione sul suo operato. Coninet, società di Sport e Salute, fornisce servizi a tanti organismi sportivi, grandi e piccoli, con reciproca soddisfazione. Di questo tipo di attenzione, strumentale a un dibattito politico, faremmo volentieri a meno“. Con questa nota Coninet commenta le dichiarazioni rilasciate da Malagò a “Il Messaggero“. “Il Coni è obbligato, come qualsiasi altro comitato olimpico mondiale, a chiedere una sola cosa: autonomia“, aveva osservato il presidente del Coni parlando delle possibili sanzioni in arrivo dal Cio per la mancata autonomia dell’ente. “Deve avere asset – ha spiegato Malagò – e deve avere personale, mentre a dipendenti e collaboratori la busta paga la dà Sport e Salute. E a Sport e Salute fa capo anche la società che controlla la mia e-mail. Tutto ciò che è categoricamente vietato dalla Carta Olimpica“.