Coni, Malagò: “Problema autonomia preoccupa, tempo è tiranno”

Carlo Mornati e Giovanni Malagò Carlo Mornati e Giovanni Malagò - Foto Sportface

“Il tempo ormai è diventato tiranno. C’è uno scambio di lettere tra Cio e Governo italiano che si sussegue da tempo, sia col ministro che col presidente del Consiglio. La situazione è a dir poco complessa e penso sia sotto gli occhi di tutti”. Lo ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò al termine della Giunta nazionale al Foro Italico, riunione alla quale ha partecipato anche il ministro Spadafora. “E’ stata una Giunta sentita e partecipata con considerazioni critiche e propositive – ha raccontato il numero uno dello sport italiano parlando della Giunta, durata quasi tre ore – Lo stesso ministro, oltre a sottolineare la bontà di molte cose inserite nei decreti approvati, ha rimarcato quanto sia complessa la tematica non risolta della governance del Comitato olimpico e dunque l’autonomia dello sport. E’ un problema che preoccupa lui, preoccupa molto noi e tutti gli organismi sportivi. Sul tavolo sono state presentate delle idee, nessuna certa, nessuna definitiva: vediamo gli sviluppi”.