Coni, Malagò: “Mi auguro un 2021 diverso, non solo per lo sport”

Giovanni Malagò Giovanni Malagò - Foto Osservatorio Promozione Sportiva

“L’augurio è di un 2021, non solo per lo sport, diverso da quello che abbiamo vissuto nel 2020”. Sono queste le parole di auspicio di Giovanni Malagò, presidente del CONI, che ha parlato in occasione dell’evento ‘Dare luce alle stelle’. E’ stato un Natale diverso anche in segno al CONI, dove non è stato possibile celebrare in una chiesa di Roma: E’ un Natale diverso, un fine anno diverso, abbiamo molto apprezzato quanto ci mancano i piccoli gesti ma noi del mondo dello sport dobbiamo dare sollievo alla vita possibilmente vincendo – ha aggiunto Malagò -. Sono molto orgoglioso di tutti voi (riferito agli atleti ma anche tecnici e dirigenti, ndr), credo stiamo dando nel nostro Paese e per il nostro Paese un esempio assolutamente che vi rende un’eccellenza e di questo vi siamo veramente grati”.

Insieme al presidente del Comitato presenti, collegati in videoconferenza, anche Raphaela Lukudo (atletica), Elia Viviani (ciclismo), e Federica Brignone (sci alpino). Il tutto è stato accompagnato dalla note al piano di Lorenzo Porzio, bronzo olimpico nel canottaggio ad Atene 2004 e direttore d’orchestra. Le regia, invece, era del cappellano della squadra olimpica, Don Gionatan De Marco.