Taekwondo, Grand Prix: Dell’Aquila eliminato agli ottavi

Vito Dell'Aquila Vito Dell'Aquila - Foto LiveMedia/Domenico Cippitelli

Esordio amaro per Vito Dell’Aquila al Grand Prix di taekwondo in scena a Roma: l’atleta pugliese, oro olimpico a Tokyo 2020 nella categoria -58 kg, è stato eliminato subito agli ottavi di finale dal turco Gorkem Polat. Dopo un primo round molto tirato e sempre in bilico, terminato 9-9, l’azzurro si porta in vantaggio conquistando la seconda ripresa per 6-5, ma crolla nel finale. Polat disputa un ultimo round impeccabile e frustra gli assalti di Vito, imponendosi 3-0.

Queste le sue parole, nella quali esprime le sue parole: “Durante la semifinale agli Europei di Manchester mi sono infortunato alla caviglia: ho provato a rimanere positivo, nonostante dei crolli emotivi. Sono ancora infortunato, l’ultima risonanza ha rilevato che l’edema è diminuito però la rottura c’è”. L’azzurro poi aggiunge: “A questo torneo tenevo tantissimo, se si fosse tenuto in un altro Paese non avrei partecipato. Ma al Foro Italico volevo esserci, anche per ringraziare il pubblico italiano che mi da’ tanto affetto e calore quando combatto. L’infortunio non mi ha impedito di gareggiare, ma mi ha impedito di farlo bene: dentro di me sapevo che non sarebbe arrivato un risultato positivo. Ho dato il massimo per le condizioni in cui ero”.

Giornata negativa per i colori italiani al Foro: oltre a Dell’Aquila sono stati eliminati anche Giada Al Halwani, Simone Crescenzi e Andrea Conti.

About the Author /

Classe '96. Nasco in collina, poi lettere sul mare a Bari ma con le Dolomiti sempre nel cuore. Sciatore dall'alba del nuovo millennio, ho coniugato la passione dello sport alla scrittura. Su tutto sport invernali, poi ciclismo, nuoto, tennis, scherma e atletica, in ordine. Nel tempo libero cinema, libri, viaggi e sogni, e un romanzo d'amore.