Faraoni sfida Joyner a Cinecittà World: “Sono emozionato”. Previsti anche match di Mma e Muay Thai

Mattia Faraoni Mattia Faraoni - Foto LiveMedia/SportReporter/Domenico Cippitelli

“Non so che dire, sono emozionato come un bambino, appena mi hanno annunciato che la ISKA aveva dato l’ok per disputare nuovamente il titolo mondiale, sono ripartito carico a pallettoni ad allenarmi. A chi mi chiede come sto ora, la risposta è facile, venite a vedermi quando mi alleno! Sto benissimo e lo vedrete voi stessi e Joyner sul ring il 26 novembre e tutti fans in diretta DAZN”. Lo ha detto il fighter romano Mattia Faraoni in vista della sfida per il Mondiale ISKA (cat.-95kg) di kickboxing contro il numero 1 del ranking Charles Joyner. L’evento Superfights, giunto alla sua 3a edizione, sarà di scena a Cinecittà World a Roma sabato 26 novembre con una card live su Dazn. Sono ancora disponibili i biglietti presso la suggestiva cornice. “Sarà una partita a scacchi. – Replica Joyner – siamo entrambi fighters molto tecnici e tatticamente complicati. La scorsa volta avevo predetto un K.O nei primi round, questa volta penso che lo sfiancherò fino a farlo cadere negli ultimi round.’’ 

La serata (in totale 9 match di combat sports) si completerà con altri 5 match di Kickboxing, 1 di Savate Pro, 1 di Mma, ed 1 di Muay Thai con interpreti di queste discipline che è raro vedere riuniti nello stesso gala. A precedere la card principale andrà in scena la lead card con il match di MMA Tiziano Ferranti (ITA) VS Adam Meskini (FRA). Molti di questi fighters potrebbero essere il match principale di qualunque altra card. In particolare, è attesissimo il co-main fight tra due campioni del mondo di categorie differenti Christian Guiderdone (ITA) mondiale ISKA – 77 kg e Musta Haida (MAR-ITA) mondiale ISKA – 72 kg. I due si affronteranno in un cosiddetto “catch weight”, in una categoria intermedia a – 75 kg. Il match, tra gli addetti ai lavori, è considerato imperdibile per le caratteristiche dei due interpretri: Guiderdone il giovane rampante e Haida il re del ring che ha vinto tanto, è nel roster di One Championship e deve difendere la corona e la posizione nel ranking internazionale. I romani Roberto Oliva e Leonardo Caputi combatteranno rispettivamente in kickboxing e savate pro contro Petros Sacho (GR) e Manu Miguez (ESP) mentre nella Muay Thai Rami Batita (TUN), del team The King Fight club Milano, avrà a che fare con il campione del mondo ISKA di Muay Thai Edy Ruiz (ESP), già visto a Rosolini nel luglio scorso battere prima del limite l’italiano Enrico Carrara.