Dal 25 maggio la XIX Special Olympics European Football Week

XIX Special Olympics European Football Week La presentazione della XIX Special Olympics European Football Week in Federcalcio - Foto Sportface

Torna la Special Olympics European Football Week. Con il supporto della Uefa, per il diciannovesimo anno consecutivo la settimana europea interamente dedicata al calcio unificato si terrà dal 25 maggio al 2 giugno, in contemporanea, in 50 paesi e coinvolgerà oltre 40 mila atleti con e senza disabilità intellettive per un totale di 450 eventi. La manifestazione è stata presentata questa mattina presso la sala del consiglio federale della Federcalcio alla presenza del numero uno della Figc Gabriele Gravina. “Sono felice perché abbiamo la possibilità di valorizzare una dimensione straordinaria del mondo del calcio, la capacità di saper includere, perché il calcio ha un cuore – ha dichiarato il presidente della Federcalcio – Sono fortunato e orgoglioso di essere coinvolto in questa iniziativa: questi ragazzi ci donano una grande gioia, ci mostrano una faccia bella del nostro sport, inviano messaggi importanti e sono testimoni da seguire. Noi siamo e saremo sempre al loro fianco in un percorso speciale per tutti”.

Con il patrocinio della Figc, delle leghe di A e B, della Lega nazionale dilettanti, dell’Associazione italiana arbitri e dell’Associazione calciatori, saranno oltre 3.500 gli atleti che parteciperanno a percorsi e tornei di calcio unificato con il coinvolgimento delle scuole e dei team Special Olympics presenti sul territorio. In totale saranno coinvolte 11 regioni per 25 eventi. “Ringraziamo il presidente Gravina e tutta la Figc, siamo orgogliosi di poter lanciare questa iniziativa dalla casa del calcio – ha dichiarato il vice presidente di Special Olympics Italia Alessandro PalazzottiSiamo in un momento particolare e delicatissimo per lo sport italiano e questo incontro è importante perché Special Olympics è da cinquanta anni lo sport della salute e dell’integrazione. E anche la Federcalcio da tempo ha mostrato una grande sensibilità sociale: nel momento in cui lo sport italiano sta cercando una strada diversa, noi e la Figc possiamo dire che su questo percorso ci siamo da sempre”.

In collaborazione con la Lega di Serie A, inoltre, la 36esima giornata del campionato in programma il prossimo weekend sarà dedicata a Special Olympics: tutte le partite si apriranno con la scesa in campo dello striscione Special Olympics #PlayUnified. Contestualmente, ove possibile, verrà proiettato sui maxi schermi un video rappresentativo del movimento mentre lo speaker presenterà Special Olympics ribadendo il grande potere del calcio come strumento di inclusione. Inoltre, prima degli incontri Roma-Juventus e Inter-Chievo due atleti Special Olympics vivranno l’emozione di poter scendere in campo con i calciatori delle rispettive squadre.

Siamo orgogliosi di sostenere questa iniziativa, anzi questo mondo dal quale dobbiamo imparare – ha sottolineato il centrocampista della Lazio Milan Badelj, presente alla conferenza così come il direttore sportivo della Roma Frederic Massara, rivolgendosi ai ragazzi Special Olympics – Oggi voi mi ricordate perché ho cominciato a giocare a calcio”. Dal 25 maggio al 2 giugno si giocherà invece un’altra partita, stavolta sul web: su CharityStars si potrà infatti unire la propria passione calcistica a un gesto di solidarietà aggiudicandosi all’asta maglie autografate ed esperienze particolari a contatto con i giocatori delle squadre di serie A.

About the Author /

Nato il 25 giugno 1982, pochi giorni dopo ho deciso di fare il giornalista sportivo guardando la finale di Wimbledon tra Connors e McEnroe e il terzo trionfo Mondiale dell'Italia. Professionista dal 2010, ho lavorato per la Gazzetta dello Sport, Il Tempo e l'agenzia di stampa Italpress. Amo tutti gli sport, soprattutto i più strani