Le scuse di Sagan dopo le lesioni a pubblico ufficiale: “Sono desolato, non si ripeterà”

Peter Sagan. Foto Twitter

Peter Sagan dovrà saldare una multa corrispondente a 6.600 euro totali per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Dopo aver violato il coprifuoco vigente il 25 aprile 2021, il ciclista slovacco, dal tasso alcolico elevato in quel frangente, ha aggredito l’autorità che aveva disposto nei controlli sul suo conto. Sagan ha ferito un poliziotto alle mani, per poi scusarsi pubblicamente, non evitando però l’inevitabile processo e le ovvie conseguenze; il tutto è accaduto presso il Principato di Monaco. “Per quanto concerne le notizie relative a quanto accaduto nella notte del 25 aprile, voglio approfittare dell’occasione per presentare le mie scuse più sincere. È stata un’esperienza che mi ha ha fatto riflettere profondamente. Sono veramente desolato per un incidente che senza dubbio non si ripeterà più“. Queste sono le parole di Sagan tramite i suoi account social ufficiali; scontata la sanzione, lo slovacco darà il meglio di sé per TotalEnergies, nuovo team dopo la collaborazione con Bora-Hansgrohe.