Pagelle Campionato Italiano ciclismo, prova in linea uomini Elite: Zana sorprende tutti, i giovani fanno ben sperare

Filippo Zana Filippo Zana - Foto LiveMedia/Luca Tedeschi

Le pagelle della prova in linea uomini Elite dei Campionati Italiani 2022 di ciclismo su strada. Sul traguardo di Alberobello la vittoria e la maglia tricolore sono andate a Filippo Zana, giovane corridore della Bardiani CSF-Faizanè, che in uno sprint a quattro ha preceduto Lorenzo Rota, Samuele Battistella e Andrea Piccolo. Una corsa che ha visto tanti giovani protagonisti, con segnali che fanno ben sperare per il futuro del ciclismo italiano. I velocisti sono rimasti al palo, su un percorso troppo impegnativo per le ruote più veloci.

RIVIVI IL LIVE DELLA CORSA

Le pagelle

Filippo Zana, voto 10

La grande sorpresa di giornata la firma il classe 1999 della Bardiani-CSF Faizanè, che sfrutta la maggioranza numerica dei propri corridori italiani per conquistare il titolo nazionale. Zana conferma la grande gamba delle ultime settimane e dopo la vittoria dell’Adriatica Ionica Race conquista la vittoria più importante della sua giovane carriera, con il merito di aver saputo cogliere l’attimo giusto insieme ai compagni di fuga e di aver letto alla perfezione la volata finale.

Lorenzo Rota, voto 9

Un secondo posto che lascia rammarico per il corridore della Intermarchè Wanty-Gobert, il più esperto tra coloro che sono arrivati a giocarsi il titolo italiano. La volata lanciata lunga non lo ripaga, con il sorpasso beffardo di Zana negli ultimi metri. Resta comunque una grande prestazione.

Samuele Battistella, voto 9

La giornata dei giovani viene completata anche da Battistella, assoluto talento dell’Astana che chiude al terzo posto la prova in linea Elite. Il suo lavoro per portare via il gruppetto è determinante, poi forse nel finale sono mancate le energie per lo spunto giusto sul traguardo di Alberobello.

Andrea Piccolo, voto 9

La principale sorpresa di oggi arriva dal classe 2001 campione del mondo juniores a cronometro, che su un percorso esigente e selettivo rimane fino in fondo a giocarsi una vittoria che sarebbe stata sinceramente clamorosa. Ottimo inizio della sua avventura in casa Androni Giocattoli, con il contratto di sei mesi che rappresenta per Piccolo una grande opportunità dopo le note vicende della russa Gazprom che gli hanno impedito di correre negli ultimi mesi.

Filippo Baroncini, voto 7.5

A proposito di giovani campioni del mondo, l’iridato in linea Under 23 centra un bel quinto posto. Manca il momento dell’attacco decisivo, ma Baroncini dopo oltre 230 chilometri trova ancora la brillantezza per attaccare insieme a un ottimo Filippo Fiorelli (voto 7) e ottenere un piazzamento importante sul palcoscenico dei professionisti.

Vincenzo Nibali, voto 6.5

All’ultimo campionato italiano in carriera, lo Squalo prova a farsi vedere nelle fasi più concitate della corsa onorando come sempre l’impegno tricolore. Il percorso non gli permette di fare particolare selezione e probabilmente anche la condizione è quella che è, ma il siciliano cerca sempre di lasciare il suo segno. Appuntamento alla Vuelta per cercare una chiusura degna di una carriera che è già leggenda.