Mondiali Bergen 2017, cronometro uomini professionisti: le pagelle

Tom Dumoulin - Foto Laurie Beylier - CC-BY-SA-2.0

Tom Dumoulin conquista il titolo mondiale nella prova iridata a cronometro ai Mondiali di Bergen 2017. Un ottimo Moscon conclude sesto. Il percorso insolito con i 3,4 chilometri di ascesa finale al 9% di media è stato dominato dalla “farfalla di Maastricht” che nonostante la pioggia non ha sbagliato nulla e ha conquistato la maglia arcobaleno con un abissale vantaggio di 57 secondi su Primoz Roglic. Medaglia di bronzo per Chris Froome.

Pagelle

Martin 3
Anticipa il giorno della cronometro con delle polemiche alquanto inutili. Poi sui pedali delude anche nelle parti del tracciato a lui favorevoli. Non una bella figura quella del campione tedesco, nonostante la nona posizione.

Bodnar 4
La sua cronometro finisce ancora prima di iniziare. Sbaglia la prima curva e cade, un errore piuttosto banale.

Boasson Hagen 5
Studia tutto nel dettaglio, dal percorso al cambio bici ed è anche spinto dal tifo del suo pubblico ma il risultato è abbastanza deludente: avrà modo di riscattarsi domenica.

Keldermann 6
Fa una cronometro in crescita: parte piano per poi aumentare costantemente, prova discreta la sua.

Gougeard 6,5
Forse una delle sorprese più belle di questa prova mondiale. Il giovane francese fa tutta la cronometro a un ritmo forsennato poi crolla nella salita finale, ha anche la sfortuna di avere un problema meccanico in salita.

Tratnik 6,5
Resta a lungo nelle primissime posizioni della generale grazie a una splendida scalata finale: bella la prova dello sloveno.

Oliveira 8
Nessuno poteva aspettarsi una prova del genere da parte del portoghese che effettua una seconda parte di cronometro fortissima e si mette alle spalle Moscon e Kiryenka. Poi per un soffio non conquista la medaglia di bronzo.

Moscon 7,5
Il trentino studia la prova nel dettaglio per lasciare il segno nella sfida iridata contro il tempo. La sua prestazione è fenomenale e il sesto posto è di buon auspicio per il futuro.

Kiryenka 7,5
Il percorso del mondiale norvegese non era adattissimo alle caratteristiche dell’atleta bielorusso, ma il corridore della Sky ha dimostrato che quando deve sfidare il tempo riesce ad esprimersi sempre ad altissimi livelli.

Froome 8,5
Perde il contrasto diretto con Dumoulin ma riesce comunque a conquistare una sorprendente medaglia di bronzo nonostante le fatiche di Tour e Vuelta nelle gambe.

Roglic 9
Lo sloveno parte forte poi con la pioggia perde un po’. Alla fine la sua scalata è poderosa e gli vale la medaglia d’argento.

Dumoulin 10
Niente e nessuno, nemmeno la pioggia hanno potuto fermare il suo strapotere: la medaglia d’oro è meritatissima. Si conferma assoluto dominatore delle prove contro il tempo, assetto sulla sella impeccabile e fisico imponente: un mix devastante.

About the Author /

A 6 anni i primi calci a un pallone, a 12 le prime pedalate in sella a una Bianchi e non ci è voluto molto a capire che quelli erano i miei due mondi e che avrei dovuto raccontarli, scrivendo i gol dei campioni e le imprese degli eroi su due ruote. A 20 anni mi ritrovo a studiare presso la facoltà di Scienze della Comunicazione a Bologna