Mondiali Fiandre 2021, pagelle prova in linea uomini: bis strepitoso di Alaphilippe, delude il Belgio

Julian Alaphilippe - Foto Facebook Team Deceuninck QuickStep

La prova in linea più importante dei Mondiali delle Fiandre 2021, quella riservata agli uomini Elite, vede la vittoria di Julian Alaphilippe, che si conferma campione del mondo dopo la vittoria ad Imola nel 2020. Come lo scorso anno il francese si impone arrivando al traguardo in solitaria, mentre la volata per l’argento viene vinta dall’olandese Dylan Van Baarle sul danese Michael Valgren. L’Italia chiude con il decimo posto di Sonny Colbrelli, mentre il grande favorito, il padrone di casa Wout Van Aert, ha chiuso al dodicesimo posto.

L’ORDINE DI ARRIVO DELLA GARA

GLI HIGHLIGHTS DELLA GARA

LE PAGELLE DEI PROTAGONISTI

Julian Alaphilippe 10:
Il francese trova un bis iridato stupendo, vincendo il suo secondo mondiale come meglio sa fare e come aveva già fatto ad Imola: attaccando da lontano. Ci prova più volte e il quarto attacco è quello buono, quando a 17 chilometri dal traguardo stacca tutti e non viene più ripreso. Un campione del mondo fantastico, che meritatamente tiene la bellissima maglia iridata per un altro anno.

Dylan Van Baarle 9:
Nessuno, probabilmente nemmeno lui si poteva aspettare di vederlo sul podio con la medaglia d’argento. L’olandese mostra una ottima condizione e condivide i gradi di capitano con MVDP, coglie l’azione buona per l’argento e riesce a vincere la volata per un secondo posto iridato che è il risultato più importante della sua carriera.

Michael Valgren 8:
Dopo aver faticato e tanto negli ultimi 3 anni aveva dimostrato una grande condizione nelle recenti corse toscane, e di fatti arriva all’appuntamento mondiale con una ottima gamba, riuscendo a entrare nell’azione che lo porta ad una medaglia di bronzo storica.

Remco Evenepoel 8:
Il piccolo Cannibale era stato criticato ampiamente da Merckx nel pre gara, ma in corsa dimostra una grande propensione per il lavoro di squadra sacrificandosi interamente per il suo capitano Van Aert, al quale però oggi mancavano le gambe dei giorni migliori.

Jasper Stuyven 7:
Il vincitore della Milano Sanremo è il belga miglior piazzato, con un quarto posto che non può lasciare i padroni di casa soddisfatti. Difficile per lui chiedere di più, in casa Belgio è mancato il capitano.

Neilson Powless 7:
Grandissimo risultato un quinto posto che vale tantissimo per lui e per la sua nazionale, che raramente abbiamo visto in una top 5 mondiale.

Mathieu Van der Poel 7:
L’olandese chiude al mondiale con un buon ottavo posto, che vista la condizione con la quale si era presentato è un bel risultato.

Sonny Colbrelli 6:
Il campione europeo chiude il mondiale al decimo posto, su un percorso sicuramente molto adatto a lui. Non ha le gambe dell’Europeo e nel finale paga la stanchezza, non riuscendo a seguire il gruppo che poi si giocherà l’argento.

Wout Van Aert 5:
Il padrone di casa è la delusione del giorno, con la Nazionale che corre per lui ma lui non risponde presente, non avendo le gambe per inserirsi negli attacchi giusti. Probabilmente è arrivato molto stanco al termine di una stagione nella quale di fatto ha corso sempre.