Giro d’Italia 2021, pagelle nona tappa: Bernal stratosferico, Ciccone resiste

Egan Bernal - Foto Twitter

La nona tappa del Giro d’Italia 2021 (Castel di Sangro-Campo Felice, 160 km) vede una fantastica vittoria di Egan Bernal, che sullo sterrato finale di Campo Felice stacca tutti i rivali e si va a prendere tappa e maglia rosa. Di seguito le pagelle dei protagonisti.

L’ORDINE DI ARRIVO DELLA TAPPA

LE CLASSIFICHE AGGIORNATE

LE PAROLE DEL VINCITORE BERNAL

LE PAGELLE DEI PROTAGONISTI

Egan Bernal 10:
Il colombiano è stratosferico negli ultimi 500 metri in sterrato, quando decide di accelerare andando a riprendere i due fuggitivi e staccandosi di ruota tutti i rivali per la maglia rosa. I problemi alla schiena sembrano superati e nelle prossime due settimane troverà le pendenze che preferisce.

Giulio Ciccone 9:
L’abruzzese è il primo dei terrestri sul traguardo di casa, giunge secondo davanti a molti contendenti per la classifica generale, dove guadagna tre posizioni e si porta al quarto posto.

Goeffrey Bouchard 9:
Il sogno del francese finisce a 500 metri dalla fine, quando viene superato a tripla velocità da Bernal, dopo un’azione di fuga molto lunga. Si può consolare però con la maglia di miglior scalatore.

Koen Bouwman 8:
L’olandese assapora la vittoria quando riesce a riprendere Bouchard nell’ultimo chilometro, ma purtroppo per lui poco dopo parte Bernal e deve rinunciare alla possibilità di vittoria.

Alexandr Vlasov 8:
Ottima prestazione del russo che giunge terzo al traguardo e va ad occupare ora la terza posizione nella generale, a 21 secondi da Bernal.

Remco Evenepoel 8:
Il piccolo fenomeno giunge quarto riprendendosi nel finale dopo aver passato un momento di difficoltà una volta iniziato lo sterrato. Mantiene il secondo posto in classifica ma ora si trova dietro Bernal.

Daniel Martin 7:
Altra prestazione solida dell’irlandese che si dimostra come sempre costante, è ora ottavo in classifica generale.

Simon Yates 6:
Ancora fatica per l’australiano che perde altri preziosi secondi da Bernal. Questa volta sono appena 12 ma il distacco in classifica sale a 55 secondi.

Jai Hindley 5:
Per il secondo classificato dello scorso anno altra giornata difficile dato che perde ancora 1 minuto da Bernal e si trova ora a più di 4 minuti in classifica.