Giro d’Italia 2018, le classifiche e l’ordine di arrivo dell’undicesima tappa

di - 16 maggio 2018

Grande vittoria della maglia rosa Simon Yates nell’undicesima tappa del Giro d’Italia 2018 con arrivo a Osimo. Il britannico attacca sull’ultimo strappo e stacca tutti dimostrando una grande forma. Il primo degli sconfitti è Tom Dumoulin, che precede un coriaceo Davide Formolo. Seguono Pozzovivo e Pinot, mentre Aru perde 21 secondi. Addirittura 40″ di ritardo per Chris Froome, ancora in grande difficoltà così come Miguel Angel Lopez.

IL RACCONTO – Nei primi chilometri della Assisi-Osimo il gruppo procede ad andature altissime, senza che nessuna fuga prenda il largo. Dopo circa 30 km finalmente si avvantaggiano in cinque corridori: Alessandro De Marchi (BMC) e Luis Leon Sanchez (Astana) vengono ben presto raggiunti da Mirco Maestri (Bardiani CSF), Fausto Masnada (Androni Giocattoli) e Turrin (Wilier Triestina). Il quintetto arriva ad accumulare quasi quattro minuti ma per loro sfortuna in testa al gruppo iniziano a tirare Lotto Soudal e Lotto Jumbo, squadre rispettivamente di Tim Wellens e Enrico Battaglin, che mantengono il vantaggio intorno ai tre minuti.

Nel finale si attraversa Filottrano, nel ricordo intenso di Michele Scarponi, prima della bagarre sugli strappi degli ultimi 5 km. Chris Froome appare in difficoltà fin da subito e perde le ruote dei migliori, ma a 1500 metri dal termine attacca la maglia rosa in prima persona: Yates con una rasoiata riprende l’attaccante Wellens e si invola. Prima ci prova Pozzovivo a tenere le ruote del britannico, poi è Tom Dumoulin che si conferma in crescita chiudendo a soli 2″ dal vincitore, sempre più padrone di questa prima parte di Giro.

RIVIVI IL LIVE SU SPORTFACE.IT

Ecco l’ordine di arrivo dell’undicesima tappa (Assisi-Osimo, 156 km)

  1. Simon Yates 3h25’53” (abb.10″)
  2. Tom Dumoulin +2″ (abb.6″)
  3. Davide Formolo +5″ (abb.4″)
  4. Alexandre Geniez +8″
  5. Domenico Pozzovivo +8″
  6. Patrick Conrad +8″
  7. Thibaut Pinot +8″
  8. Maximilian Schachmann +11″
  9. Rohan Dennis +18″
  10. Fabio Aru +21″
© riproduzione riservata