Giro d’Italia 2017, Nibali su Quintana: “Non ci guardiamo in faccia…”. E domani c’è l’Etna

Vincenzo Nibali, Bahrain Merida - (c) Bettiniphoto

Nel primo giorno di riposo del Giro d’Italia 2017, hanno ricevuto ampia risonanza le parole di Vincenzo Nibali dopo la tappa di ieri a Cagliari. Il messinese, interrogato dai giornalisti sui rapporti con Nairo Quintana, dai più indicato come rivale numero uno per la maglia rosa, non si è tirato indietro: “Con lui non c’è stata nessuna incomprensione, però siamo qui per correre ed è normale che in gruppo nascano dei duelli“. Insomma niente di grave, ma l’impressione è che tra il capitano della Bahrain Merida e il leader colombiano del Team Movistar i rapporti non si possano certo definire idilliaci.

Il tutto alla vigilia della ripresa della corsa, proprio dalla Sicilia di Nibali, con il primo atteso arrivo in salita sull’Etna. “E’ una salita vera, nel giorno di riposo cercheremo di restare in movimento perchè siamo appena all’inizio. Su un arrivo come quello dell’Etna è inevitabile che succede qualcosa.” Parole che sembrano suonare come un avvertimento: il divertimento è assicurato.