Ciclismo, Mondiali Fiandre 2021: ordine di arrivo prova in linea Elite, bis capolavoro di Alaphilippe

Julian Alaphilippe - Foto Facebook Team Deceuninck QuickStep

Julian Alaphilippe vince la prova in linea Elite ai Mondiali di Fiandre 2021 di ciclismo e vestirà la maglia iridata di campione del mondo anche per il prossimo anno dopo averla portata in questa stagione. Al termine di una gara semplicemente da leggenda, con 268,3 km ricchi di saliscendi per le strade del Belgio e con un percorso che ricorda le grandi classiche del Nord, il francese compie un vero e proprio capolavoro scattando a un giro e mezzo dal termine e facendo il vuoto al cospetto di tanti altri rivali che, probabilmente ancor più quotati oggi di lui, non sono stati in grado di reagire. Argento a Van Baarle, bronzo al danese Valgren.

Prima parte della prova caratterizzata dai tentativi di fuga e quella decisiva scatta con otto battistrada. A circa 170 km dal traguardo si crea anche un altro gruppetto di contrattaccanti che si sgancia dal gruppo e vuole ricucire sui fuggitivi. Dopo un lungo tira e molla anche il gruppo decide di aumentare il gruppo per riavvicinarsi, tirato in particolare da Trentin che poi si stacca dopo aver esaurito il suo compito. Ricongiungimento tra contrattaccanti e gruppo, poi a 129 km dal termine gruppo compatto e fuga finita. Dopo alcuni minuti di calma piatta, nuova fuga con tanti big impegnati. Partono in undici e c’è Bagioli tra questi, poi con una serie di scatti e controscatti ci si ritrova con un gruppetto di diciassette corridori che trova l’accordo e fa il vuoto, diventando il mucchio ristretto entro cui trovare il nuovo campione del mondo. Ci sono Colbrelli, Nizzolo e lo stesso Bagioli, poi a 20 km dall’arrivo si prende la scena uno straordinario Julian Alaphilippe, che scatta e brucia gli altri compagni di fuga per tentare il clamoroso bis dopo Imola. Il francese è incontenibile e nessuno tiene le sue ruote, prende già oltre quindici secondi e diventa impossibile per chiunque raggiungerlo. E’ ancora lui il campione del mondo, è bis Alaphilippe. Ma dietro c’è la lotta per il resto del podio. L’argento va a Dylan Van Baarle, il bronzo a Valgren.

ORDINE DI ARRIVO

  1. Alaphilippe
  2. Van Baarle
  3. Valgren
  4. Stuyven
  5. Powless
  6. Pidcock
  7. Stybar
  8. Van Der Poel
  9. Senechal
  10. Colbrelli