Ciclismo, Giro di Lombardia 2022: startlist e favoriti, parata di stelle nell’ultima di Nibali e Valverde

Vincenzo Nibali Vincenzo Nibali - Foto LiveMedia/Silvia Colombo

La startlist e i favoriti del Giro di Lombardia 2022, la “Classica delle foglie morte” che come di consueto fa calare il sipario sulla stagione del grande ciclismo internazionale. Oltre 250 km da Bergamo a Como e un campo partenti di assoluto livello promettono davvero spettacolo, in una giornata che comunque vada passerà alla storia come l’ultima da corridori professionisti per due fuoriclasse assoluti come Vincenzo Nibali e Alejandro Valverde. Proprio nel segno del ricambio generazionale e del passaggio di testimone, i grandi favoriti sono invece i giovani fenomeni di una “generazione aurea” sempre più florida e di altissimo livello.

GIRO DI LOMBARDIA 2022: ORARI, DIRETTA TV E STREAMING

PERCORSO E ALTIMETRIA

L’attenzione sarà infatti tutta su Tadej Pogacar ed Enric Mas, che si sono già scontrati una settimana fa al Giro dell’Emilia. Lo spagnolo ha trionfato sul San Luca staccando lo sloveno, che si è dovuto accontentare della piazza d’onore. Lo scontro si ripeterà anche sulle strade del Lombardia, dove però ad aggiungersi alla lotta ci sarà il vincitore del Tour 2022 Jonas Vingegaard. Il danese ha corso poco nelle ultime settimane, ma è subito tornato alla vittoria e sicuramente vuole provare a lasciare il segno nell’ultima Monumento stagionale. Detto di Nibali e Valverde che cercheranno di chiudere da protagonisti, un altro grande nome è quello di Julian Alaphilippe: la stagione 2022 è stata complicata per il pluricampione iridato francese, che sta ritrovando il colpo di pedale migliore. Difficile che possa competere con i favoriti, ma sicuramente merita assoluti rispetto e considerazione.

Saranno della partita anche Rigoberto Uran e Aleksandr Vlasov, con quest’ultimo che avrà a disposizione una squadra molto competitiva con Kelderman, Higuita e Konrad mentre il colombiano potrà fare affidamento anche su Alberto Bettiol. Attenzione anche al veterano Jakob Fuglsang, vincitore dell’edizione 2020 della corsa. Romain Bardet e Thymen Arensman compongono una coppia interessante per il Team DSM con Adam Yates e Tao Geoghegan Hart attesi a difendere invece i colori del Team Ineos Grenadiers. A proposito di italiani, i colori azzurri saranno difesi anche dall’eterno Domenico Pozzovivo che è reduce dal terzo posto al Giro dell’Emilia. Il lucano cercherà di giocarsi le proprie carte, mentre sembra ancora lontano dal top della forma Giulio Ciccone così come Lorenzo Fortunato che comunque è apparso in crescita nelle ultime uscite. Andrea Bagioli dovrebbe correre in appoggio di Alaphilippe, così come Formolo e Ulissi per Pogacar e De Marchi per Fuglsang.