Ciclismo, Europei Monaco 2022: Jakobsen trionfa, l’Italia si perde nel finale

Fabio Jakobsen - Foto Twitter

Fabio Jakobsen ha rispettato il pronostico e si è laureato campione europeo a Monaco di Baviera, trionfando nella prova in linea maschile. Una volata dominante quella dell’olandese, che sfruttato l’impeccabile lavoro di squadra finalizzato anche da Danny Van Poppel che ha chiuso in quarta posizione. Sul podio si sono invece piazzati il francese Arnaud Demare  e il belga Tim Merlier, a conferma di quelle che erano le formazioni sulla carta più attese di questa corsa.

L’ORDINE DI ARRIVO 

L’Italia, che aveva l’onore e l’onere di difendere il titolo conquistato nel 2021 da Sonny Colbrelli, si è letteralmente persa nel finale. Il treno azzurro, con la doppia ipotesi Viviani-Dainese per la volata, è apparso in ottima posizione in testa al gruppo fino all’ultimo chilometro, quando qualcosa evidentemente non è andato secondo i piani. I due sprinter sono rimasti chiusi nel gruppo e alla fine è arrivato un settimo posto per Viviani e un undicesimo per Dainese.

Difficile capire cosa sia successo, se siano mancate le gambe o se le gerarchie in seno alla squadra azzurra non fossero chiare. Anche il forfait di Nizzolo a poche ore dalla partenza, con conseguente inserimento di Viviani, sicuramente non ha aiutato i piani del ct Bennati ma sicuramente non può essere utilizzata come attenuante generica e assoluta. L’Italia non era la squadra da battere, ma non è riuscita nemmeno a giocarsi le proprie carte al meglio ed è forse questo il rammarico più grande al di là del risultato.