Calciomercato, De Laurentiis: “Immobile non verrà, Lapadula nel Napoli avrebbe giocato poco”

Ciro Immobile - Foto Nazionale Calcio CC BY 2.0

Il Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha provato a portare a Castelvolturno Gianluca Lapadula, ma è ormai notizia di ieri che l’ex giocatore del Pescara la prossima stagione giocherà con la maglia rossonera del Milan. Queste le dichiarazioni del numero uno napoletano: “Se Lapadula ha deciso di andare al Milan perchè non deve essere stressato, non deve giocare in Europa, non ha grandissime responsabilità, visto che è una società in ricostruzione, ha meno obblighi oggi come oggi va benissimo. Giocherà di più. Gli faccio tanti auguri e sono contentissimo, dobbiamo sperare che questi ragazzi abbiano poi la vita professionale e personale migliore possibile. Lapadula hai fatto benissimo e che Dio ti protegga. Dobbiamo avere gente innamorata della citta’ di Napoli, non della squadraaggiunge a ‘Radio Kiss Kiss Napoli’ -. Chi da italiano non ha la cultura e la conoscenza di tutto ciò è un suo problema, non è un problema che ci riguarda. Voglio avere gente contenta, io al suo posto avrei fatto lo stesso. Avrà pensato: davanti a me c’ho Higuain, Gabbiadini, Mertens, Callejon, Insigne, quando giocherò?”.

De Laurentiis chiude a Ciro Immobile. “E’ stato un grande misunderstanding della carta stampata e dei media in genere – precisa -. Ho ricevuto una telefonata in spagnolo e mi parlavano di Immobile. Non so se era una testata giornalistica o il proprietario della squadra che ne detiene il cartellino, io pero’ ho detto che Immobile mi interessa se viene gratis. Immobile e’ un ottimo giocatore, che andrebbe bene pero’ in un Napoli che gioca in un altro modo e a condizione che si ricomponga la triade con Verratti e Insigne, che a Pescara fece faville. Chi vivra’ vedra’, intanto ringraziamo gli spagnoli che ci fanno assist senza capire le mie battute in italiano”. Infine, su Corentin Tolisso, centrocampista del Lione, De Laurentiis rivela che “l’ultima offerta che ho fatto, un’offerta altissima, e’ stata per Tolisso: e’ un ragazzo giovane che ha determinate qualita’ importanti che in 5 anni ci possono essere molto molto utili. Se poi questo signore per sue ragioni non vuole venire, mica posso mettergli la pistola alla tempia…”.