Torneo di Viareggio femminile 2020, la Juventus supera la Fiorentina ai rigori e vola in finale

La Juventus supera la Fiorentina nella semifinale del torneo di Viareggio femminile ed approda all’atto conclusivo del torneo, dove sfiderà la Roma. Allo stadio “Benelli” di Lido di Camaiore, le bianconere la spuntano ai calci di rigore per 5-2 dopo che i tempi regolamentari erano terminati in parità. A sbloccare la gara ci aveva pensato la classe 2003 Berti con uno splendido gol siglato al 69′, ma proprio allo scadere, un’autogol di Brscic aveva ristabilito l’equilibrio, rendendo necessari i calci di rigore. Infallibili le bianconere dal dischetto. Male invece le viola, ipnotizzate per ben due volte da Beretta. In finale ci vanno le ragazze di mister Spugna, che ritroveranno la Roma, vittoriosa sul Genoa per 2-0, già battuta nel girone.

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH

CRONACA – Primo tempo privo di gol ma pieno di emozioni con la Juventus che fa la partita e si rende pericolosa fin da subito, colpendo una traversa al 2′ con Bragonzi. La Fiorentina, invece, va molto per lanci lunghi ma soffre la superiorità delle avversarie, che impegnano in più occasioni Tinti. Squadre a riposo in parità. L’impressione è che la gara possa essere sbloccata solamente da un calcio piazzato, da un episodio o da una giocata fuori dal normale. E’ proprio ciò che accade al 69′ quando Bragonzi vede il varco e serve Berti, che sorprende la difesa della Fiorentina inventandosi uno splendido pallonetto che beffa Tinti e porta in vantaggio le bianconere. Quando il match sembrava ormai deciso e ad un passo dal termine, una clamorosa ingenuità rimette in partita la Fiorentina, che trova il pareggio al 90′. Brscic e Beretta pasticciano, facendo sì che un innocuo retropassaggio di testa finisca direttamente in porta, portando la gara ai rigori. Dal dischetto, però, non c’è storia. La Juventus va a segno senza mai rischiare con Bellucci, Arcangeli, Musolino e Masu. La Fiorentina, al contrario, sbaglia le prime due trasformazioni per via di una straordinaria Beretta che salva prima su Morreale e poi su Masini. In finale ci va la Juventus. Eliminata la Fiorentina.